lunedì 27 aprile 2015

Elio Toaff (1915-2015)

ROMA, ITALIA -
Un ebreo racconta a un suo familiare... Ai tempi dei campi di sterminio un nostro connazionale venne da noi e chiese alla nostra famiglia di nasconderlo, e noi lo accogliemmo. Lo mettemmo in cantina, lo abbiamo curato, però gli abbiamo fatto pagare una diaria... E quanto era, in moneta attuale? Tremila euro... Al mese? No al giorno... Ah, però... Bè, siamo ebrei, e poi ha pagato perché aveva i soldi, quindi lasciami in pace... Scusa un'ultima domanda... tu pensi che glielo dobbiamo dire che Hitler è morto e che la guerra è finita?... Carina eh?
Ancora una decina di giorni e avrebbe spento la centesima candelina; poca roba rispetto ai patriarchi, ma comunque un traguardo ragguardevole per Elio Toaff, rabbino capo emerito della Sinagoga di Roma. Amato da tutti, insieme al compianto GP2 (ma magari era il suo sosia), fu il promotore di un inedito dialogo fra ebrei e cattolici, dopo solamente duemila anni di persecuzioni dei secondi ai danni dei primi. Toaff fu una delle tre persone che GP2 citò nel suo testamento spirituale, insieme al suo segretario particolare e al suo successore (giustamente, se citi un ebreo poi devi bilanciare citando un nazista).

link

Morirono così


14 commenti :

  1. Dionigi di Alicarnasso27 aprile 2015 12:19

    Dopo anni comincio a intuire che i mortiferi recensori sono più di uno. Il cazzone che ha scritto questo è il più bravo, complimenti.
    Alohim ti benedica, per te un carciofo alla giudia pagato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quinto Elio Tuberone27 aprile 2015 15:22

      Ma non è assodato che sono un esercito di non-morti ? Comunque assolutamente uno dei migliori necrologi degli ultimi tempi, nonostante (o proprio per) la sinteticità. Da contrapporre alla supervecchiezza di questo ebreissimo.

      Elimina
  2. Barzelletta del cazzo. Ce ne sono di molto migliori. E comunque il buon Elio Toaff era un pallone gonfiato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora è sicuramente gonfiato.

      Elimina
  3. Ma chi e' 'sto rabbino ?

    RispondiElimina
  4. era un ebreo scorreggione, che non scorreggera' piu'.
    renzo mattei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissa' se avra' mai donato un solo euro di elemosina a qualche povero immigrato dubito.

      Elimina
  5. Adesso daranno la colpa ai nazisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh....io confondo ancora Walter Reder con Gigi Reder.

      Elimina
  6. Pribbkke e' campato di piu'.Dio ha voluto fa morire troppo presto questo rabbino arrivista.

    RispondiElimina
  7. Meno male non era il rabbino della sinagoga di Milano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo sennò pappa francesco che è latitante all'estero non la finiva più....
      renzo mattei

      Elimina
    2. Come fai a sapere che è all'estero?

      Elimina
  8. Salve ciao a tutti sono papa francesco mi piace tanto questo sito morto del mese soprattutto quando vi leggo belle notizie.

    RispondiElimina