IL MORTO DEL MESE

sabato 10 aprile 2021

Jack Veneno (1942-2021)

SANTO DOMINGO, REPUBBLICA DOMINICANA DELLA LUCHA LIBRE - Probabilmente il nome di Jack Veneno non vi dirà granché: questo è solo perché non siete nati a Santo Domingo. Foste nati là, mal che vada vi sareste accorti della statua eretta due anni fa in suo onore. Ma chi era Jack Veneno? E perché hanno dedicato una statua a uno in canotta e mutande? Beh, semplicissimo: Veneno (che di vero nome faceva Rafael Antonio Sánchez) è stato la più grande leggenda della lucha libre dominicana (ah, e se volete vedere una cosa davvero figa, qui c'è perfino una parodia dell'incontro appena linkato).

Attivo dai primi anni '70, periodo in cui, dopo essersi innamorato della disciplina grazie al suo idolo El Santo, cominciò la sua carriera di wrestler nella scena locale per diventarne, appunto, il nome più grosso. Nel 1982, poi, si tenne, proprio a Santo Domingo, un match valido per il titolo dei pesi massimi dell'NWA, che all'epoca era attorno alla vita di Ric Flair. Il match fu controverso: lo stadio era gremito, ben oltre la sua capienza massima, e Ric Flair suggerì a Jack di batterlo, visto che il pubblico si stava scaldando un po' troppo e voleva evitare rivolte che ci sarebbero state di sicuro in caso di una sconfitta del beniamino di casa. Insomma, Veneno vince, ma dato che il wrestling è finto e che Jack non era sotto contratto con l'NWA, la federazione non riconoscerà mai il suo regno da campione (vergognia!). Qui potete visonare l'incontro - notevole, tra l'altro, il finale con il Nature Boy travestito per l'occasione da lago di sangue, caratteristica che un po' l'ha sempre contraddistinto... ma ora stiamo andando fuori traccia. Beh, addio, Jack, appena approderai in casa DWF, ti faranno vincere tutti i titoli che vorrai!

link

venerdì 9 aprile 2021

Filippo di Edimburgo (1921-2021)

LONDRA, REGNO UNITO -
Constitutionally I don't exist
Come forse avete già saputo, pare sia morto il Principe Filippo, sì, proprio lui, il marito dell'immortale Regina Elisabetta. In quanto Principe Consorte non contava una capocchia, per cui s'è fatto sessantadue (!) anni bello comodo comodo all'ombra di sua moglie. Francamente ho sempre pensato che le sue uscite strampalate fossero causate da una montante demenza senile, ma così non è, anzi ha dato il meglio di sé in gioventù. Devo dirvi che leggendo le varie raccolte di "gaffe" che tutti stanno pubblicando ovunque mi sono fatto un'idea diversa: non era un rincoglionito, né un gaffeur, è semplicemente un genio! Prendete questa perla, ad esempio, sparata mentre discuteva con un istruttore di guida scozzese:
How do you keep the natives off the booze long enough to get them through the test?
Ahahah, scusate, dove sarebbe la gaffe? Mi sembra un dubbio più che lecito! Oppure quando ha detto a una tizia ciecata e paralitica riferendosi al suo cane guida:
Do you know they're now producing eating dogs for the anorexics?
Ahahah dai! Bah, secondo me il Principe Filippo era semplicemente una testa di cazzo, si annoiava e si sentiva superiore a tutti, nessuno lo poteva toccare e così si permetteva di dire tutto quello che gli passava per la testa. E cazzo, ora che lo sto rivalutando sotto questa prospettiva devo dire che provo un misto d'invidia e ammirazione nei suoi confronti, in fondo ha fatto quello che avrei fatto io al suo posto. Sarà anche bello essere Re, ma se proprio non ci arrivi puoi limitarti a fare il Principe Consorte e passare la vita a sparare vaccate a mitraglia prendendo per il culo scozzesi, irlandesi, americani, africani, messicani, operai, donne, storpi e qualsiasi minoranza sfigata vi venga in mente.

Forse a nessuno frega un cazzo che...
Il Principe Filippo è morto appena due mesi prima di spegnere le 100 candeline: almeno non ha dovuto ricevere la cartolina d'auguri che la Regina manda a tutti i centenari inglesi.

Forse a qualche indigeno di Vanuatu frega un cazzo che...
Non so se avete familiarità con il concetto di culto del cargo: ebbene, sull'isola di Tanna esiste una tribù, gli Yaohnanen, che venera il Principe Filippo come una divinità.

link

Bucho (1970-2021)

BRASIL, NANNANANNANANNANANÀ - Ciao a tutti, qui è il redattore del Morto del Mese col vizietto del metal che vi scrive. Oggi, purtroppo, sono latore di cattive notizie: è morto Alexandre Strambio, bassista dei leggendari grindcoristi brasiliani Rot che, sebben noto nel giro col nome di Bucho, ha dimostrato di avere ben poco bucio de culo, visto che è soccombuto al Covid a soli 50 anni. Rest in power, Bucho!

link

mercoledì 7 aprile 2021

Brother Stair (1933-2021)

WALTERBORO, CAROLINA DEL SUD, USA -
If the Lord God Almighty does not make a major move before the year 2000, I'll tell God to go to Hell!
Parole sante! Parole sante di un uomo davvero strano: stiamo parlando di Brother Stair, al secolo Ralph Gordon Stair, uno dei tanti guru/predicatori/stupratori che infesta(va)no questo sfortunato pianeta. Fratello Scala, che manco a farla apposta era nato a Betlemme, era un pastore metodista, ma lasciò presto la città natale e il clergyman per andare a vivere nel sud degli USA, come Dio gli aveva personalmente consigliato ("il luogo più sicuro per i cristiani fino al Giorno del Giudizio", immagino intendesse quelli con la pelle bianca): si trasferì quindi in un minuscolo paesino della Carolina del Sud, Waltersboro, comprò un motel e ne fece la base per la sua comune d'invasati, che accorsero a frotte per donare a lui tutti i loro averi e iniziare a vivere come Cristo comanda (si fa per dire). Fratello Scala sproloquiava deliri in un programma quotidiano via radio registrato da uno studio alimentato da energia solare.

Come dicevamo prima, Fratello Scala, come più o meno tutti i personaggi del genere (tipo Sai Baba, anche lui morto sotto Pasqua), pensava di poter disporre liberamente dei corpi delle proprie adepte, vizietto grazie al quale ha più volte indossato il tipico vestito a strisce (ben otto). C'è pure un video abbastanza esplicativo (anche nel titolo: Brother RG Stair - Prophet of Lust, Hugging and Groping Boobs) dove possiamo ammirare 'sto vecchiaccio rattusone di merda mentre palpa in pubblico le tette di una ragazzina di dodici anni (nel video dice: "I’m gonna touch them things till nobody else can touch them").

Addio Fratello Scala, ci rivedremo all'inferno.

link

martedì 6 aprile 2021

Ezio Cartotto (1943-2021)

MILANO 2, ITALIA 1 - Se n'è andato pure Ezio Cartotto, ve lo ricordate? No? Beh, comprensibile. Sul momento il suo nome non diceva niente neanche a me, poi mi sono ricordato dove avevo lo avevo già sentito, in questo filmato (l'evento ha persino una pagina Wikipedia). Cartotto era l'ex politico democristiano, poi cooptato da quel sant'uomo di Dell'Utri in Fininvest, che partecipò alla genesi del nuovo, fantastico partito di Berlusconi.
(...) c'è un ex democristiano di nome Ezio Cartotto che racconta che nel '92 Marcello Dell'Utri lo ha convocato e gli ha detto che Berlusconi stava pensando di mettere su un partito.
Dopo quest'impresa Cartotto sparì poi dalla circolazione, salvo poi ricomparire come per magia dopo l'intervista dell'Emilio Fede dei 5Stelle (ho trovato quest'intervista in rete, notare il brio tipico del democristiano da Prima Repubblica) per poi eclissarsi nuovamente.

Comunque sia, ha partecipato alla fondazione di Forza Italia, non glielo facciamo un bell'applauso?

link

lunedì 5 aprile 2021

Cleve Hall (1959-2021)

HORRORLANDIA, STATI UNITI - Questa è una notizia che non avremmo proprio evitato di darvi: è morto Cleve Hall. Chi è Cleve Hall? Presto detto! Cleve è stato un artista dedito al make-up e agli effetti speciali in un bel po' di pellicole di serie z del calibro di Nightmare (ovviamente non c'entra un cazzo con quello di Wes Craven), TerrorVision, Ghoulies, Alienator, Troll, ecc... ma c'è un film che ha "effettato" cui siamo particolarmente legati: trattasi di Re-Animator (che qui potete visionare per intero, nel caso viviate su un altro pianeta e non l'abbiate mai visto), capolavoro ridicol-gore dell'immenso Stuart Gordon, venuto (ahinoi) a mancare un anno fa.

Oltre alla sua carriera nel mondo del cinema, Hall ha anche collaborato con musicisti particolarmente attenti al trucco & parrucco come Kiss, Alice Cooper, Devo e Insane Clown Posse e nel 2012 ha anche avuto un reality show tutto suo dal titolo Monster Man.

Forse a nessuno frega un cazzo che... Cleve era un grandissimo fan di Godzilla e, nel film Pee-wee's big adventure (al quale pure collaborò come make-up artist) poté coronare un suo sogno da bamino indossando proprio il costume del suo idolo. In questa scena, per l'esattezza.

link

venerdì 2 aprile 2021

Malcolm Cecil (1937-2021)

?, U.K. - Storico produttore sbarra ingegnere del suono sbarra programmatore di sintetizzatori sbarra tastierista per Stevie Wonder negli anni '70 e per Gil Scott-Heron qualche anno più tardi, Malcolm Cecil è un personaggio che va ricordato ancor più per il suo contributo di inventore di apparecchi creasuono. Sua infatti è l'invenzione di quell'aggeggio che vedete sullo sfondo in foto: un supersintetizzatore gargantuesco chiamato TONTO, acronimo di The Original New Timbral Orchestra, cuore pulsante, tra l'altro, della mitica Tonto's Expanding Head Band. Insomma, se ne va un grande scienziato pazzo per il quale non possiamo che lasciar sgorgare litri di lacrime nel dargli il nostro ultimo saluto.

link

Vasily Shapovalov (19XX-2021)

DA QUALCHE PARTE IN RUSSIA - Non siamo i primi a dirlo: se gli Aspid fossero stati americani, in giro avremmo visto un sacco di ragazzini con il loro logo sulle t-shirt. E invece no, 'sti stronzi si ostinavano a essere russi e non se li è mai cacati nessuno, d'altronde chi mai indosserebbe una maglietta con su scritto Аспид? Non si capisce manco se quelle sono lettere o simboli fatti a cazzo da uno psicotico! Vabbé, comunque sia, il loro unico album del 1993, Кровоизлияние, album in cui il nostro Vasily Shapovalov suonava la batteria, è un capovaloro di thrash ultratecnico che non potete non ascoltare. Oh, noi ve l'abbiamo detto!

link

giovedì 1 aprile 2021

IL MORTO DEL MESE - FEBBRAIO 2021

LARRY FLYNT
Religion has caused more harm than any other idea since the beginning of time. There's nothing good I can say about it. People use it as a crutch.

mercoledì 31 marzo 2021

Enrico Vaime (1936-2021)

ROMA, ITALIA -
Per essere cretini bisogna crederci fino in fondo
Salutiamo per l'ultima volta Enrico Vaime (quello a sinitra nella foto), conduttore radiofonico e televisivo, autore di libri, programmi TV, film (come i fondamentali Io tigro, tu tigri, egli tigra e Anche i commercialisti hanno un'anima) e opere teatrali (mi sono visto un po' di questo, non male, considerando che si tratta di un musical con Gino Bramieri). Tristemente non ho altro da dire, per cui sparo un altro paio di citazioni e poi passo alla cassa.
Sempre fedele a se stesso e alle proprio idee. Così morì da cretino.
Coraggio Enrico, il meglio è passato.

link