IL MORTO DEL MESE

venerdì 1 luglio 2022

Andrew LaBarre (1979-2022)

GORE, USA - Sappiamo benissimo quanto ve ne importi dell'underground musicale, cioé meno di zero... e proprio per questo motivo, ogni volta che muore un personaggio della scena, sentiamo il bisogno di parlarne in maniera più o meno approfondita (a differenza di quanto invece accade ogni volta che schiatta un qualche telecronista di tennis - gnegnegné): accompagnamo pertanto oggi al trapasso Andrew LaBarre, che nei primi 2000 è stato chitarrista per la band gore degli Impaled, coi quali registrò il secondo album, Mondo medicale, nonché del progetto parallelo horrorifico (in formazione erano gli stessi degli Impaled, però in incognito) dei Ghoul, con cui registrò i primi due dischi, We came for the dead!!! e Maniaxe. Dopo aver suonato nei due gruppi, nel 2004 LaBarre decise di abbandonare il mondo musicale per dedicarsi ad altre passioni: in primis la bici e dopo qualche anno, la sclerosi laterale amiotrofica... eh? Come dite? Stiamo parlando di gruppi che in pratica sono mainstream? Va bene! Facciamo così: aspettate il prossimo necrologio e vi faremo vedere noi!

link

ILMORTO DEL MESE - MAGGIO 2022

RICHARD BENSON
Ma la vita è il nemico, anzi, vi dirò di più, la vita è uno stato mentale.

lunedì 27 giugno 2022

Leonardo Del Vecchio (1935-2022)

MILANO, ITALIA - Se ne va infine Leonardo Del Vecchio, il fondatore di quel colosso noto come Luxottica. Ex orfano, ex bambino prodigio, ex operaio, ex arpista dei Tartufs, Del Vecchio era il classico imprenditore che "s'è fatto da solo" partendo dal niente, solo che nel suo caso la cosa sembra verosimile (e non ridicola come nel caso di, che ne so, Berlusconi). Dopo l'esperienza come operaio incisore si trasferì poco più che trentenne nel bellunese, ad Agordo, dove aprì una bottega di montature per occhiali, poi trasformata dopo qualche anno in Luxottica, un'aziendina di appena quindici dipendenti... che ora ne ha ottantamila. Al momento della dipartita Del Vecchio era il secondo uomo più ricco d'Italia, dopo Ferrero, con un patrimonio stimato di ben ventisette virgola tre miliardi di dollari. Che dire, speriamo che non ci facciano causa pure loro per questo necrologio come fu per Ferrero.

link

domenica 26 giugno 2022

Massimo Morante (1952-2022)

ROMA, KAPUT MUNDI - MMM ovvero... Muore Massimo Morante, chitarrista e fondatore dei Goblin, il gruppo che deve tutto a questo bell'uomo qua. È un po' come fosse morto Claudio Simonetti, però non proprio: infatti fosse morto Simonetti, avremmo avuti i telegiornali colmi di cordoglio e invece è morto Massimo Morante e tutto quello che si becca è questo merdoso necrologio.

link

giovedì 23 giugno 2022

Ondrej Rigo (1955-2022)

TRENČÍN, SLOVACCHIA - Anche i serial killer hanno un cuore ed è proprio il cuore l'organo che infine ammazza Ondrej Rigo, il serial killer più prolifico della Slovacchia. Certo, la cosa non vuol dire tantissimo, visto che con un totale di nove omicidi non è certo ai primi posti della classifica mondiale, ma sono sempre quattro vittime in più di Jack lo squartatore, per dire... vabbé, comunque, come quasi sempre accade, se parliamo di serial killer (e nel caso di Ondrej Rigo non faremo un'eccezione), parliamo di sociopatici schizoidi col quoziente intellettivo di un calzino. Quello che interessa, ovviamente, sono i particolari truculent che, nel caso del morto odierno, non sono robetta: Rigo infatti non era solo un serial killer di donne (in un range di età dai 22 agli 88 anni), ma anche un necrofilo. Attivo in Slovacchia, Germania e Olanda dal 1990 al 1992, Ondrej Rigo assaliva le sue vittime di notte, entrando nelle loro case mentre dormivano e colpendole in testa con oggetti contundenti: una volta morte, le stuprava per poi rubare i soldi e gli oggetti di valore che trovava in casa. Di solito, puntava donne sole, ma in un caso beccò una mamma quarantenne con un figlio teenager e ammazzò entrambi (in quell'occasione violentò solo la salma della madre). Nell'arco del suo biennio di attività, solo una delle sue vittime riuscì a difendersi grazie a una quanto mai tempestiva stritolata di coglioni che lo costrinse alla fuga. La sopravvissuta fu anche di fondamentale importanza per il riconoscimento che lo incastrò, poi i test del DNA, come accade nelle serie poliziesche, fecero il resto e sulla carriera del serial killer più prolifico della Slovacchia comparve il titolo FINE.

link

mercoledì 22 giugno 2022

Philip Baker Hall (1931-2022)

GLENDALE, CA, USA - Ci ha lasciati pure il grande attore americano Philip Baker Hall. Che detto così, buh, chi cazzo è, in realtà ha lavorato in tante di quelle serie (da MASH a BoJack Horseman passando per Seinfield) e in tanti di quei film che sicuro ce l'avete presente. Eh sì, e ora parte l'elencone: Non per soldi... ma per amore, The Truman Show, Una settimana da Dio, Il talento di Mr. Ripley, Argo, Zodiac e ben tre film di PTA: Sydney, Magnolia (era il presentatore televisivo) e Boogie Nights.

link

martedì 21 giugno 2022

Christof May (1973-2022)

NEI PRESSI DI ESCHENAU, ASSIA - Trovato morto nella Foresta Nera (o in qualche altro boschetto del cazzo crucco) il prete Christof May, noto per le sue posizioni "moderne" nei confronti dei gay e per le sue battaglie a favore delle prete femmine. Quel che non era noto, fino a qualche giorno fa, era la sua abitudine ad abusare di ragazzini, ma appena il vescovo di Salcazzo l'ha informato che era in corso un'indagine e temporaneamente depretato, il nostro eroe s'è andato ad ammazzare nei boschi. Che cosa ci insegna questa storia? Che forse è come dicono i fasci? Che si inizia con una canna e poi ci ritroviamo le strade piene di tossici e che un gay non è altro che un pedofilo in incognito? Boh? Comunque sia... preghiamo.

link

Ahäthoor (19XX-2022)

GERMANIA, UE - Diamo il nostro addio a Uwe Christoffers, chitarrista tedesco fondatore dei Darkness (no, non questi cafoni qua, bensì questi altri cafoni qua), con i quali registrò solo la prima demotape per poi passare ai conterranei (e concafonei) Sodom e scrivere per loro un unico pezzo, After the deluge. Il pezzo è peraltro presente solo nell'edizione tedesca del loro primo album: per qulche motivo che tutti ignorano, infatti, Obsessed by cruelty fu registrato due volte.

Forse a nessuno frega un cazzo che... nelle take della versione international del disco, Ahäthoor non suonava affatto.

link

lunedì 20 giugno 2022

Jean-Louis Trintignant (1930-2022)

UZÈS, FRANCIA - E alla fine ha ceduto pure lui: il novantunenne Jean-Louis Trintignant non è più. Certo, se non avete visto almeno Il Sorpasso (di cui avevamo parlato recentemente), La donna della domenica, Metti, una sera a cena (con tra gli altri il fu Lino Capolicchio), Il grande silenzio, La terrazza, Il deserto dei Tartari, Il conformista, Z - L'orgia del potere o Tre colori - Film rosso, dubito fortemente che ve ne importerà qualcosa.

Sicuramente a nessuno frega un cazzo che...
Tempo fa perse la figlia Marie, ammazzata di botte dall'allora fidanzato Bertrand Cantat, frontman dei Noir Désir, di cui avevamo già parlato tempo addietro.

link

Tim Sale (1956-2022)

SEATTLE, WASHINGTON - Ascende al cielo il disegnatore Tim Sale. Lo ricordiamo per il suo lavoro su alcune storie di Batman (come Batman: The Long Halloween e Batman: Dark Victory) e per il fatto che soffrisse di una strana forma di daltonismo superoistico: fu lui infatti a disegnare Daredevil: Yellow, Spider-Man: Blue, Hulk: Grey e Captain America: White