mercoledì 21 marzo 2012

Tonino Guerra (1920-2012)

SANTARCÀNZUL, RUMÂGNA, ITÂGLIA - Al buon Dio non deve essere piaciuto il suo recente incitare i romagnoli contro certe censure cattofasciste, e così ha deciso finalmente di chiamare a sé il grande Tonino Guerra, poeta, sceneggiatore e pittore romagnolo. Probabilmente molti di voi se lo ricorderanno esclusivamente a sparare cazzate sull'ottimismo nella pubblicità dell'Unieuro (tra l'altro ho appena scoperto che Fabio De Luigi, il tizio che lo parodiava con l'Ingegner Cane, è un suo pronipote).

Già che ci siamo, vi siete mai chiesti chi cazzo fosse 'sto Gianni che lui chiamava sempre al telefono? Beh, a quanto pare si tratta di Gianni Giannini, un amico di vecchia data del poeta, che a causa di uno strano handicap non riesce a udire la voce umana, ma solo il canto degli uccelli (mah).

Quello che forse non sapete è la quantità (e la qualità) di film di cui è stato sceneggiatore: insieme al grande amico Fellini scrisse Amarcord, poi ha lavorato con Antonioni (La notte, L'eclisse, Deserto rosso e addirittura Blow-Up e Zabriskie Point), con Elio Petri (il bellissimo La decima vittima), con Monicelli (Casanova '70 e Caro Michele), con Angelopoulos (Il passo sospeso della cicogna), con De Sica (Matrimonio all'italiana), con Tarkovskij (Nostalghia) e tanti altri che ora mi scoccio ad elencare (sono più di cento). E scusate se è poco.

Ma Tonino Guerra era soprattutto un poeta (nonché pittore: ecco qualche quadro random, sono abbastanza inguardabili), quindi tosto vi proponiamo un suo componimento:
I scarabócc
Quést l'è al murài
e quést l'è i scarabócc
ch'a féva da burdèl
se calzinàz,
da mén da ch'ò tachè
andè dri me braz
par fè una réiga lònga
e quèlch invrócc.

Quést l'è al murài
e quést l'è i scarabócc.
Eh lo so, non si capisce una parola. Beh, Tonino, qui ci salutiamo, t'immaginerò vagare per sempre nella fitta nebbia padana come il nonno di Amarcord:
Ma dov'è che sono? Mi sembra di non stare in nessun posto. Mo se la morte è così... non è mica un bel lavoro. Sparito tutto: la gente, gli alberi, gli uccellini per aria, il vino. Tè cul!
link

Morirono così


11 commenti :

  1. Cause di morte: Ottimismo
    WIN

    RispondiElimina
  2. "Gianni Giannini, un amico di vecchia data del poeta, che a causa di uno strano handicap non riesce a udire la voce umana, ma solo il canto degli uccelli"

    E allora che cazzo gli parlava a fare?
    Stava là a dire "l'ottimismo di qua, il profumo di là", e quello non sentiva?
    Che lo diceva a fare?

    Addio Guerra, tutti hanno desiderato, almeno una volta, che tu sparissi per sempre dal mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sta proprio in questo l'ironia, non credi?

      Elimina
    2. W la Pace dovresti sparire per sempre dal mondo TU!!, Tonino Guerra e stato oltre che un Regista e Attore e' Scrittore un grande filosofo di vita, sai solo criticare senza ragionare e comprendere il significato di cio' che diceva,quindi prima di mettere in moto il cervello inesistente che non hai e scrivere cazzate accertati che sia conesso!!! mi sa' che ti ha abbandonato da anni!!!

      Elimina
  3. E' morto un altro bestemmiatore...

    RispondiElimina
  4. tonino pre mortem23 marzo 2012 13:25

    l'ottimismo VOLA... 'orco dio!

    RispondiElimina
  5. mi diceva il babbo della mia 'mbrosa che una volta conobbe il tonino e che quando lo conobbe capì che era proprio un patacca

    RispondiElimina
  6. L' ottimismo e il sale della Morte !!

    RispondiElimina
  7. l'era propri npataca

    RispondiElimina