IL MORTO DEL MESE

lunedì 19 aprile 2021

G. Gordon Liddy (1930-2021)

CONTEA DI FAIRFAX, VIRGINIA, USA - Diamo con estremo ritardo l'estremo saluto a George Gordon Battle Liddy. Stiamo parlando del tizio che organizzò un diabolico piano per spiare i Democratici nella speranza di poterli sputtanare in qualche modo e rendere più semplice la rielezione di quel mascalzone di Nixon: il suddetto piano fallì miseramente e le vicende susseguenti portarono allo scandalo Watergate e alle dimissioni di Tricky Dick. Liddy fu arrestato e condannato a vent'anni, che diventarono poi otto grazie a Jimmy Carter (più che giusto, se consideriamo che quel porco di Nixon ottenne da Ford il perdono totale), così dopo solo quattro anni e mezzo tornò in libertà.

E che ha fatto da uomo libero? Ha scritto un'autobiografia che ha venduto milioni di copie, Will (da cui è stato tratto un terribile film TV), ha "recitato" in Miami Vice, MacGyver, Perry Mason e altre roba meno conosciuta, è stato da Letterman, Conan O'Brian etc. E ora, trivia come se piovessero!

Forse a nessuno frega un cazzo che...
- Prima di fare il criminale per Nixon, Liddy era un agente dell'FBI, dove tra le altre cose fece da ghostwriter a J. Edgar Hoover.
- Fece poi il procuratore distrettuale e in questa veste organizzò un raid anti-droga in un college americano nel quale furono coinvolti i due fondatori degli Steely Dan, che dedicarono a "Daddy Gee" la canzone My Old School.
- Alan Moore ha detto di essersi ispirato a lui nella creazione del personaggio del Comico in Watchmen.

- Comparve come giudice "ospite" in una puntata di WrestleMania 2 in occasione del bellissimo quanto fintissimo incontro di boxe che vedeva Mr. T contro Roddy Piper, nientemeno.
- Assomigliava tantissimo al mio professore di Fisica delle superiori.

link

Morirono così