domenica 29 giugno 2014

Olga Kotelko (1919-2014)

VANCOUVER, CANADA - What makes Olga run? Boh, me lo chiedo anche io, ma più che altro mi domando il perché. Dopo il supercampione vecchiaccio Alfred Proksch (ma non dimentichiamo il grande Buster Martin) corre incontro alla morte anche Olga Kotelko, nonagenaria atleta canadese. Dopo una vita passata a giocare a baseball, poi a softball, poi slow pitch softball, a 77 anni abbandonò il batti e corri per dedicarsi all'atletica: 100 metri (record: 24 secondi), lancio del peso (neanche 5 metri), lancio del martello (5,64 metri), lancio del giavellotto (12,5 m), salto in lungo (1,8 m), salto in alto (beh, "alto" si fa per dire, sono 80 cm). Lascia questa valle di lacrime portandosi nella tomba più di 30 record del mondo (nella categorie Incartapecoriti, ovviamente) e ben 750 medaglie (beh, come al solito non aveva molta concorrenza).

Forse a nessuno frega un cazzo che...
Nel 2010 ha persino portato la torcia olimpica in occasione dei XXI Giochi olimpici invernali.

link

Morirono così


1 commento :

  1. campionessa entrante di salto nella fossa.

    RispondiElimina