lunedì 9 giugno 2014

Alexander Imich (1903-2014)

NEW YORK, NEW YORK -
I don't know, I simply didn't die earlier, I have no idea how this happened.
A seguito del trapasso di Arturo Licata, Alexander Imich era divenuto il supervecchiaccio (di sesso maschile) più vecchio del mondo. Oggi muore, lasciando il titolo al nipponico Sakari Momoi, più giovane di lui di ben 1 giorno. Uno dei pochissimi supercentenari ad essere noti non solo per l'essere decrepiti, Imich era famoso già dagli anni '30 come chimico e, soprattutto, come parapsicologo. Fu infatti in quegli anni che si avvicinò al mondo delle sedute spiritiche e per anni ha continuato ad ampliarne la documentazione, pubblicando infine, all'età di 92 anni, il tomo Incredible tales of the paranormal (sottotitolo: storie documentate di poltergeist, levitazione, spiriti ed altri fenomeni). Insomma, è morto un grande uomo che, per tutta la sua esistenza, ha contribuito non poco al mantenimento delle belle tradizioni di una volta. Solo una domanda resta da porsi prima di salutare il buon vecchio Alexander: ma le cose narrate nel libro, saranno cazzate o no?

link

Morirono così


2 commenti :

  1. Incredibile come i primi 63esimi posti siano occupati da donne!

    RispondiElimina
  2. Pensate se sto stronzo torna dal regno dei morti (come il Mefisto di Tex) per mordere il culo a qualcuno...

    RispondiElimina