mercoledì 5 dicembre 2012

Besse Cooper (1896-2012)

MONROE, GEORGIA, USA - È con estrema mestizia che annunciamo l'uscita di scena di Besse Cooper, che da più di un anno (più precisamente dalla dipartita di Maria Gomes Valentim) guidava la classifica del Motomondiale Supervecchiacci. Davvero, è un brutto momento per noi, ormai iniziavamo a pensare fosse immortale! Pensate, con i suoi 116 anni (centosedici) non era solo la decana dell'umanità, ma era anche l'ultima persona nata nel 1896, una delle dieci persone più longeve della storia e una delle otto ad aver raggiunto i 116 anni. Ragazzi, se non è supervecchiezza questa! Ci mancherà tanto, sarà difficile che qualcuno riesca a eguagliare questa grandissima professionista dell'incartapecorimento, questo concentrato di resistenza e testardaggine. Anche la sua ricetta-di-lunga-vita non era banale come spesso accade (niente divinità, preghiere, etc.): per vivere a lungo bisogna "non mangiare cibo spazzatura" (negli USA? È una parola!) e "farsi i cazzi propri" (traduzione libera).

Bene, asciughiamoci le lagrime e diamo un rapido sguardo alle primi posizioni del Motomondiale Supervecchiacci: la nuova decana dell'universo è Dina Guerri in Manfredini, nata nel 1897 a Pievepelago ma trasferitasi nel 1920 in Iowa; nonostante sia considerata formalmente "americana", è la prima italiana a raggiungere la vetta della supervecchiezza nonché la più longeva mai registrata fra i nati nel Belpaese (ha superato di poco il record della mitica Venere Pizzinato). Al secondo posto l'inossidabile Jiroemon Kimura, mentre al terzo troviamo la "new entry" Koto Okubo (purtroppo non abbiamo trovato una foto della vecchiaccia in questione, accontentatevi di una modella quasi-omonima).

link

Morirono così


3 commenti :

  1. La seguivo da un paio di anni e avevo un debole per lei perché somigliava un casino a mia nonna. Certo resta la soddisfazione di avere finalmente un'italiana in testa a questa fantastica classifica (prima che tra qualche anno lo scettro passi definitivamente nelle mani di Andreotti), e poi c'è sempre il mitico Jiroemon giusto ad un'incollatura.

    Comunque, pochi cazzi: Jeanne Calment resta distante anni luce da questi simpatici vecchietti eh...

    RispondiElimina
  2. ma che ha dormito per 10 anni su una borsa di coccodrillo ?

    RispondiElimina
  3. "prima che tra qualche anno lo scettro passi definitivamente nelle mani di Andreotti"

    Quel definitivamente è un oscuro presagio...

    RispondiElimina