mercoledì 1 febbraio 2012

Clare Fischer (1928-2012)

LOS ANGELES, CALIFORNIA - Avrei dovuto dire The Doooors, e tutte le ragazzine si sarebbero strappate i capezzoli. E invece dalla patria dei bikini ci vediamo portare via uno dei più grandi tastieristi-arrangiatori della musica pop uscita dalla metà degli anni '50 fino all'altro ieri. Dico questo perché prima di leggere la sua biografia non sapevo neanche chi fosse costui. Facciamo così: è come se fosse morto Money Mark per i Beastie Boys, capito? Questo tizio ha scritto e arrangiato canzoni per tutti, partendo dagli The Hi-lo's, quartetto vocale anni '50 le cui melodie hanno ispirato Herbie Hancock, passando per Prince, Paul Mc Cartney e finendo a Robert Palmer (chi cazzo è?), Michael Jackson e purtroppo Celine Dion. Vabbè, direte voi, non un granché di musica. Infatti lo pensava anche lui, ed è proprio per questo suo pensiero che noi lo vogliamo ricordare:
I am surprised that my arrangements are now considered one of the prerequisites for a hit album.
A dirla tutta i pezzi composti e suonati da lui sono dei capolavori, quindi a noi non resta che fargli qualche omaggio: Omaggio 1, Omaggio 2, Omaggio 3.

Ciao Clare, ora tu e Jacko potrete suonare di nuovo insieme.

link

Morirono così


3 commenti :

  1. robert palmer degli emerson, lake & palmer gnurant

    RispondiElimina
  2. quello era CARL palmer...
    roberto palmer era quello di simply irresistible, per esempio.
    Io mi sto strappando i capezzoli lo stesso, tanto per non sbagliare...

    RispondiElimina
  3. Robert Palmer fu anche cantante dei Power Station.

    RispondiElimina