IL MORTO DEL MESE

mercoledì 30 giugno 2021

Dimbi Tubilandu (1948-2021)

KINSHASA, CONGO - Si è purtroppo conclusa la meravigliosa favola di Dimbi Tubilandu. Se ricordate avevamo già parlato, in occasione della morte di Ilunga, della mitica partecipazione dello Zaire (l'odierno Congo) ai Mondiali del '74: l'elegante quanto feroce Mobutu, galvanizzato dalla vittoria dei leopardi in Coppa d'Africa, riponeva grandi speranze nella sua nazionale, ma dopo la sconfitta contro la Scozia decise di passare alle maniere forti e minacciò i giocatori di severe punizioni in caso di ulteriori sconfitte.

In questo clima rilassato arrivò lo scontro con la Jugoslavia: dopo che l'imbarazzante portiere titolare, Mwamba Kazadi, riuscì a far entrare ben tre palle nella sua rete nei primi venti minuti della partita, Mbutu in persona ordinò all'allenatore Blagoja Vidinić (anche lui jugoslavo, tra l'altro) di sostituirlo: entrò in scena il piccolo (1.65) Dimbi Tubilandu, che per dare subito sfoggio delle sue capacità prese un gol dopo esattamente dieci secondi. Ma tanto era solo il primo di sei; alla fine il risultato fu un tragico 9 a 0 per i balcanici. Il resto di questa bellissima storia la potete leggere sul necrologio di Mwepu Ilunga. Se volete ammirare le gesta di Tubilandu (le cui capacità sono riassunte in questa bellissima figurina) ecco il video con i gol della partita (ho trovato anche un video della Gialappa's con il riassunto delle tre magiche partite del girone di qualificazione; anche se il portiere lo chiamano sempre Tubilandu, il nostro eroe ha giocato solo la partita contro la Jugoslavia).

link

Morirono così