venerdì 22 aprile 2016

Prince (1958-2016)

CHANHASSEN, MINNESOTA -
I knew a girl named Nikki
I guess you could say she was a sex fiend
I met her in a hotel lobby
Masturbating with a magazine
Alle volte nevica in aprile, altre volte, invece, si muore. Siamo estremamente colmi di mestizia nel salutare il grandissimo (e non intendiamo qui parlare del suo fisico, d'altronde non lo chiamavano "il folletto di Minneapolis" a caso) Prince, deceduto a causa di una sindrome pseudoinfluenzale particolarmente grave o di un'overdose altrettanto fatale (non è ancora chiaro). Lo salutiamo con un bacio, sicuri che il mondo sarà quantomeno un posto con meno vestitini colorati. La morte dell'artista un tempo noto come Prince giunge inaspettata come un calcio negli stinchi da parte di un caro amico. La sua scomparsa è di quelle epocali: a parte tutte le decine (ma che dico, decine? Centinaia!) di spettacolari canzoni che ha scritto per stesso e per gli altri, non possiamo non citare il fatto che fu proprio il pezzo il cui testo abbiamo citato all'inizio a far decidere a quella bifolca di Tipper Gore di far apporre questo rettangolino sui dischi con contenuti espliciti. Volevamo linkarvi anche le versioni cinematografiche complete di Purple Rain, Under the Cherry Moon e Graffiti Bridge, ma i suoi legali devono essere degli enormi stronzoni (non vi dico la difficoltà già nel trovare i video). Siamo sicuri che Prince riuscirà, nel prossimo sondaggio, a dare del filo da torcere al burattinaio a 5 stelle del quale oggi tutti si saranno già dimenticati.

link

Morirono così


20 commenti :

  1. Paolo Poli si sentirà meno solo adesso...
    -Zepe-

    RispondiElimina
  2. Fanculo 'sto frocetto e quello dei 5 stelle, io voto Merle Haggard che era un vero cantante e un vero burattinaio.

    RispondiElimina
  3. Buonanotte... piccolo principe

    RispondiElimina
  4. Fanculo Prince e fanculo anche a Voi checche di merda.

    RispondiElimina
  5. Almeno non ha cercato di passare per un bianco.

    RispondiElimina
  6. l'aver messo Piero Scamarcio è l'ennesima prova che siete di Bari! ;)

    RispondiElimina
  7. Dio quanto mi fa cagare la musica pop specialmente quella anni 80 con quelle tastiere e quei synth usati alla cazzo di cane.

    RispondiElimina
  8. non era nemmeno gay ,ha trombato le meglio fie, ma di certo è sempre stato fuori di testa

    RispondiElimina
  9. ed era bellissimo , basso ma come si suol dire certamente bendotato

    RispondiElimina
  10. accidenti che faccetta da frocioun

    RispondiElimina
  11. Nano negro ? Di sicuro dotato di gran mazza ma come autore/cantante/stilista/truccatore faceva cagare.

    RispondiElimina
  12. Almeno questa faccia strana e' campato piu' di 27 anni anzi quasi il doppio

    RispondiElimina
  13. Doveva vivere fino ai 27 anni ma per intercessione di Silvio Berlusconi e' vissuto quasi il doppio.

    RispondiElimina
  14. Si dice che tutte le donne cadevano ai suoi piedi ah ah lo credo bene coi soldi che aveva e tutte quelle puttane che girano nel mondo del cinema che non sanno recitare e che hanno bisogno di denaro urgente.Ai voglia a dire che era magnetico ... se era un impiegato col cazzo che era magnetico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'invidia è una brutta bestia. E anche il micropene. Dai fratello, vedrai che prima o poi un'appassionata di cazzi piccoli la trovi.

      Elimina
  15. Mistero svelato, purtroppo, come Freddy Mercury, se l'è portato via l'AIDS, se invece di curarsi con la preghiera, si fosse curato come Earvin "Magic" Johnson Jr. con delle terapie mirate, forse sarebbe ancora tra noi, chi lo sa, quel che è certo, è che i divieti legati alla fede dei testimoni di Geova, rappresentano un serio problema, di difficilissima soluzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Watchtower Society vieta le trasfusioni di sangue, non la terapia anti-Aids.
      E poi Prince era un geovista speciale, che poteva permettersi cose – a partire dal modo di vestire – che a un testimone di Geova qualsiasi costerebbero la "disassociazione"...

      Elimina
    2. Ovvio che, se non ti stanno bene i dogmi di questa religione, non dovresti farne parte. Ed essere, con cognizione di causa, pienamente libero di poter cambiare idea in merito ad essa.

      Elimina
  16. Non ho specificato, ma pensavo proprio a questo, 37 anni fa, mio padre stava per essere stroncato da un linfoma non-Hodgkin, fece la trasfusione, nonostante alcuni testimoni di Geova gli chiesero di non sottoporvisi, sopravvisse, cominciò subito a produrre globuli bianchi, scampò fortunatamente il virus dell'HIV, visto che allora non vi erano controlli e personalmente, sono convinto che sia stata la scelta giusta.
    Soprattutto credo che ognuno dovrebbe essere libero di poter decidere in base al proprio sentire, senza che un estraneo, che la pensa diversamente da me, tenti di imporsi colpevolizzando, oppure intimorendo, o se ne sei all'interno, danneggiando, per aver fatto questa scelta.

    RispondiElimina
  17. Nessun pazzo e' PIU' pazzo di un testimone di geova reso pazzo dai testimoni di geova.

    RispondiElimina