venerdì 15 gennaio 2016

Robert Black (1947-2016)

MAGHABERRY, IRLANDA DEL NORD, REGNO UNITO - Si conclude oggi la condanna a vita di Robert Black. Black ha avuto una vita avventurosa che dalla natia Scozia l'ha portato a cambiare tanti lavori.

Sembra infatti che la sua fissa nel palpeggiare le bambine non fosse particolarmente gradita dai genitori e nonni delle bimbe che spesso poi erano anche i suoi datori di lavoro.

Solo e disoccupato Black iniziò a bere nei pub lanciando freccette, lancia oggi, lancia domani, Robert si accreditò tra gli sportivi come un campione locale di freccette, subito dopo si accreditò tra i poliziotti per l'omicidio a sfondo sessuale di quattro bambine.

Questa volta però gli diedero il carcere a vita e proprio in carcere lo accolsero in pompa magna: spesso e volentieri lo picchiavano, una volta l'hanno accoltellato e un'altra hanno cercato di strappargli la pelle di dosso con l'aiuto di un mix di acqua bollente e zucchero. Sembra che quest'idea non sia stata particolarmente di successo quindi, per favore: NON FATELO A CASA!

link

Morirono così


2 commenti :

  1. -NonSonoUnRobot-15 gennaio 2016 15:07

    E che cacchio sembra la barzelletta di quello che alla fine deve mettere sotto la suocera con la macchina perché con gli altri metodi non moriva mai...

    RispondiElimina
  2. Don't try this at home! Ahahhahahha
    Che bel necrologio, che bello spunto finale!

    RispondiElimina