sabato 15 agosto 2015

Manuel Contreras (1929-2015)

SANTIAGO, CILE - Non facciamo a tempo a necrologiare un pezzo grosso nel campo degli ammazzamenti che subito ne schiatta un altro: facciamo ciao ciao con la manina a Manuel Contreras, braccio destro di Pinochet, spia, killer e desaparecidatore. La notizia della sua morte ha scatenato in patria un gran numero di stappi di bottiglia. Contreras aveva scontato appena una ventina d'anni dei cinquecento e passa che doveva sorbirsi. L'unico augurio che possiamo fargli è che la sua salma sia lasciata a marcire in prigione per altri cinquecento anni: che la cella ti sia lieve.

link

Morirono così


7 commenti :

  1. festeggiare la morte naturale di uno cosi ha poco senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerchiamo di non dire stronzate : Qui non si festeggiano le morti, si sbeffeggia la morte.
      Questo testa di cazzo l'avrei volentieri catapultato in reggiseno e parrucca su un compound dell'Isis.

      Elimina
    2. Leggi prima il necrologio e cerca di non dirle tu, le stronzate: si riferisce a questi festeggiamenti...

      Elimina
  2. Altro materiale da MdM http://robot6.comicbookresources.com/2015/08/route-29-batman-killed-in-accident-after-batmobile-breaks-down/

    RispondiElimina
  3. Brucia all'inferno, maiale demmerda.

    RispondiElimina
  4. pace all'anima sua, adoro chi ha ammazzato comunisti sistematicamente.

    RispondiElimina
  5. Dopo la dipartita di Yvonne Craig, Adam West si tocca i coglioni.

    RispondiElimina