martedì 21 luglio 2015

Jules Bianchi (1989-2015)

NIZZA, FRANCIA - Era dai tempi di Senna che un pilota di Formula 1 non crepava a causa di incidente sulla monoposto. Anche se il giovine qui presente ce n'ha messo un po' a schiattare: quasi un anno di coma prima di riuscire a esalare l'ultimo respiro. Ora non resta che aspettarsi che ragazzini di tutto il mondo riscoprano di colpo i piaceri della Formula 1 e riempiano le pareti delle loro camerette con i poster di Jules che gli avvoltoi hanno già messo in produzione.

link

Morirono così


7 commenti :

  1. Cazzo ci vuoi fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un cazzo amico, un cazzo.
      Se vai a 300 km/h non ti puoi lamentare (specie se sei in coma).

      Elimina
  2. Direi "Ruspa" come causa della morte.

    RispondiElimina
  3. -NonSonoUnRobot-22 luglio 2015 14:58

    Quando uomo con monoposto incontra uomo con ruspa, uomo con monoposto è uomo morto

    RispondiElimina
  4. ma perchè muoiono sempre i più gnocchi?

    RispondiElimina
  5. bella la foto di massa

    RispondiElimina