lunedì 13 aprile 2015

Judith Malina (1926-2015)

ENGLEWOOD, NJ, USA - Non banchetterà più di coloro che vorrebbero assoggettarla (e non è tanto per dire) Judith Malina, "poetessa della rivoluzione", "icona del Sessantotto" e co-fondatrice del Living Theatre, "la più radicale esperienza di sovversione culturale e teatrale del Novecento, un gruppo di artisti il cui valore è andato al di là del teatro per estendersi alla politica, al costume, e a tutte le forme della vita sociale", "che combatte la miseria della gente, l’ingiustizia del potere, la differenza tra i sessi, la violenza e le brutalità delle guerre, e lotta contro i draghi della crudeltà e della compiacenza". Vabbè, per noi è morta Nonna Addams (quella del film del '91).

link

Morirono così


7 commenti :

  1. Gunther censurato ? Siete diventati filonazisti ?

    RispondiElimina
  2. lo sceriffo di Hazard!!!

    RispondiElimina
  3. una leggenda vivente (ahimè non più) del teatro.... in vita ha fatto cose pazzesche, spettacoli che definire estremi è un eufemismo, una rivoluzionaria in tutti i sensi possibili! morta del mese senza alcun dubbio

    RispondiElimina
  4. fatevi una ricerca su google e guardatevi che cazzo era il living theatre....

    RispondiElimina
  5. Tangentocrati, vi siete fatti corrompere anche voi, vergognia!!
    Vogliamo Rosco!!!!

    RispondiElimina
  6. Dionigi di Alicarnasso14 aprile 2015 11:37

    Il mio commento su Gunter è stato censurato.
    Il MDM sta diventanto filoMDM e la cosa mi preoccupa.
    Viva la libertà di penZiero, viva la fica.

    RispondiElimina
  7. vogliamo james best!!!!!

    RispondiElimina