sabato 16 agosto 2014

Jay Adams (1961-2014)

PUERTO ESCONDIDO, MESSICO - La moria degli Z-boys sembra non avere fine: Jay Adams è il quarto del gruppetto a stendere i piedi nel giro di un quinquennio... che poi è normale, 'sti skater non è che siano degli sportivi normali, salutisti e tutto: sono dei drogatoni! Perciò nulla di strano che crepino prima dei sessanta. La vita di Jay, d'altronde, è stata alquanto travagliata: il fratello è stato ucciso e lui è stato accusato di reati vari, tra i quali spaccio, pestaggio di checche ed omicidio, s'è fatto la galera in un paio di occasioni, ha avuto periodi di dipendenza da eroina, tutte cose che l'hanno trasformato da così a così. Insomma, non certo il tipico bravo ragazzo della porta accanto. Per molti anni, in compenso, è stato considerato l'unico vero skateboarder al 100%, in quanto ripudiava tutto il business, il denaro e la pubblicità che ormai gravitavano intorno all'arte della tavola a rotelle, e tutto questo mentre i suoi ex-compagni di squadra facevano di tutto per arricchirsi. Respect, muchissimo respect!

link

Morirono così


6 commenti :

  1. Ride In Power! morto del mese subito!

    RispondiElimina
  2. Teneva los huevos muy grandes il mitico Jay.
    R.I.P. bro

    RispondiElimina
  3. Rest in peace dear Jay

    RispondiElimina
  4. mitico cosa?che pezzenti ignoranti,andate a studiare a capite cosa è la grandezza nonuna mezzasega come quel tamarro cacasotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero. Andate a studiare a capite cosa è la grandezza nonuna.

      Elimina