sabato 4 gennaio 2014

Luigi Magni (1928-2013)

ROMA, KAPUT MUNDI -
Tu scrivi, li pensieri vengono scrivendo. Ti fo un esempio. Se tu dici a uno "li mortacci tua", che fai? Dici una parolaccia. Se invece la scrivi, diventa un pensiero.
Più passa il tempo e sempre meno registi degni di questo nome calcano l'italico suolo. Ai grandi registi trapassati si va oggi ad aggiungere l'anticlericale (in realtà non lo era per niente) Luigi Magni, facitore (tra gli altri) della molto bella trilogia aristocratico-papale formata da Nell'anno del Signore, In nome del popolo sovranoIn nome del Papa Re. Era anche sceneggiatore, anzi aveva iniziato così la sua carriera (ad esempio, suo è La ragazza con la pistola di Monicelli): oltre ad aver scritto praticamente tutti i suoi film, ha co-sceneggiato anche Per Grazia Ricevuta, diretto dal suo grande amico e attore feticcio, ma che per tematiche e stile sembra a tutti gli effetti un film suo.

link

Morirono così


1 commento :