mercoledì 31 luglio 2013

Walter De Maria (1935-2013)

LOS ANGELES, CALIFORNIA, USA - Non è più lo scultore americano Walter De Maria, esponente della cosiddetta Land Art. A parte per certe robe che faceva, tipo questo, questo, questo, questo e questo (nonché 'sta cosa, in mostra quest'anno alla Biennale), lo ricordiamo per quella che è indubbiamente la sua opera più famosa, The Lightning Field (1977). In parole molto povere, si tratta di 400 pali appuntiti di acciaio inossidabile conficcati nel terreno, disposti in un'area di 3 km² nel deserto del New Mexico. L'intento, a dispetto del nome, non era quello di sfruttare l'effetto parafulmine dei pali per creare spettacoli tipo questo, visto che che i fulmini in quella zona sono tutt'altro che frequenti (pare che venga colpito un palo ogni 2-3 anni, e quando accade debba essere sostituito). Boh, che vi devo dire, a me sembra una cacata, sarà che ho la sensibilità artistica di un bifolco dell'Alabama (comunque sia lo preferisco al Legnismo e Metabolismo).

Forse a nessun frega un cazzo che...
Negli '60, e per breve tempo, De Maria fu il batterista dei The Primitives (è il secondo da destra), primo gruppo di John Cale e Lou Reed che si trasformò poi nei Velvet Underground.

link

Morirono così


8 commenti :

  1. Hai messo incinta mia faccia!

    RispondiElimina
  2. Che gli angeli ti inchiappettino. Amen

    RispondiElimina
  3. Un altro che sembra dire: "ce l'ho grosso cosi'"

    RispondiElimina
  4. Non c' era anche il Mal nazionale nei Primitives ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma quelli erano i Primitives anglo-italiani.
      Questi, pur avendo un italiano alla batteria, erano newyorchesi; tra l'altro non li conoscevo
      (e mi levo il capello, come spesso accade, davanti alla sapienza musicale dei redattori)

      Elimina
    2. Strano non ci sia stata una causa per il nome....io Mal me lo ricordo per il film "Secondo Canale Avventura a Montecarlo".....no, non e' un porno.

      Elimina
    3. dj Alex Dubcheck7 agosto 2013 12:19

      All'epoca non c'era Internet e credo proprio che le due band non abbiano mai saputo l'una dell'esistenza dell'altra.
      C'era in effetti un certo interesse dell'industria discografica inglese nei confronti della musica italiana (Lucio Battisti andò spesso a Londra a incidere e suonare con qualcuno, tra gli altri incontrò Elton John e Clapton,ed è tuttora uno dei compositori italiani più coverizzati e tradotti, persino da Bowie e Mick Ronson; alcuni degli Osanna si fecero produrre un disco dal leader degli Who; i Rokes vennero tradotti in inglese,etc.), ma i discografici e musicisti statunitensi ignoravano perfettamente chi e cosa si suonasse in Italia.
      Inoltre, ipotesi personale,
      giravano abbastanza soldi nella musica
      e quindi i musicisti non avevano bisogno di farsi cause per nomi uguali e plagi che a volte sentono solo loro :)

      Ho visto anche io quel film, che in realtà si chiama Terzo Canale,e mi è piaciuto: più che di Mal però, è più il film dei Trip e dei New Trolls
      http://www.youtube.com/watch?v=RCOgmh86PSo
      http://verso-la-stratosfera.blogspot.it/2011/04/trip-1970-terzo-canale-avventura.html

      Elimina