giovedì 4 aprile 2013

Maria Redaelli (1899 -2013)

NOVATE, NOÀA IN DIALETTO, MILANO - Che tristezza. Per un solo giorno non vestirà la maglia numero 114 Maria Redaelli, decana d'Italia e d'Europa nonché terza classificata nell'eterno Motomondiale Supervecchiacci: al suo posto in zona podio la negra più anziana del mondo, Jeralean Talley, mentre è appena settima la nuova nonna d'Italia, Emma Morano, che è anche l'unica nostra conterranea rimasta, salvo tardive certificazioni di supervecchiezza, ad essere nata prima dell'anno 1900 (eh, ora ne sono rimasti solo 10).

Una delle peculiarità della Radaelli, almeno rispetto a tutti gli altri superincartapecoriti defunti finora, era la passione per il calcio e in particolare per l'Inter, club per cui lei tifava sfegatatamente dall'anno della fondazione.
L'Inter dal 1908 è la mia squadra del cuore. Avevo 11 anni quando nel 1910 vinse il suo primo scudetto. Ricordo bene Giuseppe Meazza che chiamavamo il Balilla, ma il mio idolo è sempre stato Sandro Mazzola. Avrei voluto conoscerlo insieme a Bobo Vieri, giocatore che ho ancora nel cuore. Purtroppo, nonostante abbia cercato in tutti i modi di contattarli non sono mai riuscita a dare loro un bacio e non so se ci riuscirò. Io però ci spero ancora.
Povera Maria: s'è dovuta accontentare di baciare Cordoba e Zanetti (che è ormai un suo coetaneo). Molto semplice, quanto inutile, la sua ricetta di lunga vita:
Ho sempre lavorato, mi piaceva cucinare e mangiare i piatti gustosi anche se ora mi devo accontentare di un piatto di pasta in bianco ed una coscia di pollo bollito. Qualche volta con una salsina greca. E poi leggo molto i giornali. Guardo la televisione e ascolto le partite.
Dalla lista ha evitato di citare il "tifare Inter", che notoriamente è una di quelle cose che ti accorcia la vita, come le sigarette o le polveri sottili; immagino che se avesse tifato un'altra squadra avrebbe campato 150.000 anni.

link

Morirono così


9 commenti :

  1. Per la cronaca è Emma Morano, con una erre sola. Sta in Piemonte, vive da sola in casa sua (non in un ospizio), parla, cammina e spaccherà il culo a tanti supervecchiacci che ancora le stanno avanti.

    Prossima a crepare sarà la giapponese attualmente seconda: è sfatta, devastata, completamente rincoglionita e sbavacchiante.

    RispondiElimina
  2. Coraggio, Maria, magari il bacio te lo daranno loro, sempre che durante la messa la bara rimanga aperta...

    RispondiElimina
  3. Giusto due sere fa hanno fatto una domanda su di loro a The Money Drop, chiedendo quante persone nate prima del 900 erano ancora vive in Italia, e Jerry l'ha commentata con un "Diamo in fretta la risposta che potrebbe cambiare da un momento all'altro"...jettatore!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero sisi l'ho visto ...ke iettatore

      Elimina
  4. Un'eta' a cui non aspiro arrivare proprio potrei finire sul MDM

    RispondiElimina
  5. "avrebbe campato?"

    RispondiElimina
  6. Gesù di Megadeth5 aprile 2013 00:32

    "ed una coscia di pollo bollito."

    No, questo è il vero motivo per cui vale la pena morire, insieme alla pera cotta.

    RispondiElimina
  7. Se avesse tifato roma avesse campato come giulio cesare

    RispondiElimina
  8. Una vita a tifare merdinter...non riesco a immaginare una vita spesa peggio.

    RispondiElimina