venerdì 15 febbraio 2013

Chris Kyle (1974-2013)

GLENT ROSE, TEXAS, USA - Guardatelo: quest'uomo ha ucciso a sangue freddo più persone di Jack lo Squartatore, Dorothea Puente, William Heirens e Lolong messi insieme, ma, invece che un omicida, è considerato un eroe! Che ci volete fare, è così che funziona: se uccidi sei un assassino, ma se lo fai indossando una divisa allora ti danno una o più medaglie. Tranquilli, non intendiamo fare pippotti antimilitaristi da quattro soldi, tanto a noi che ci frega, in un modo o nell'altro bisogna pur crepare.

Christopher Scott Kyle verrà ricordato come il cecchino più letale della storia degli Stati Uniti: nessuno è riuscito ad ammazzare più cristiani (si fa per dire) di lui, ben 160 uccisioni dalla lunga distanza (sono quelle confermate, lui ne rivendica 255), tutte effettuate nell'ultima guerra in Iraq. Certo, poca roba rispetto a cecchini del calibro del robot sovietico Lyudmila Pavlichenko (309) o del mostro (in tutti i sensi) finlandese Simo Häyhä (soprannominato dai russi La Morte Bianca, con 505 uccisioni confermate detiene il record mondiale). Se volete saperne di più leggetevi la sua autobiografia, American Sniper.

Kyle diventò famoso anche fra i suoi nemici: durante il periodo di stazionamento a Ramadi era conosciuto come Shaitan Ar-Ramadi, il Diavolo di Ramadi; i ribelli misero pure una taglia sulla sua testa di 20.000 $, presto lievitata a 80.000 (come facevano a sapere chi era a sparare da due chilometri???). Durante la guerra fu colpito due volte e subì ben sei diversi attacchi dinamitardi, uscendone sempre vivo.

Nel 2009 si congedò per stare con la famiglia e si dedicò all'Heroes Project, iniziativa creata per fornire supporto materiale e psicologico ai veterani invalidi o affetti da PSTD; ed è stato proprio un tizio affetto dal suddetto disturbo ad ammazzarlo nei pressi del poligono di tiro dove l'avevano portato per tentare di aiutarlo a superare i suoi problemi (ottima mossa!). Che morte demmerda, dopo mesi passati pancia in giù sulla sabbia ad ammazzare arabi, è crepato dietro casa sua, dove pensava di essere al sicuro (vabbè, in Texas...).

Ma Kyle è riuscito a battere un record persino da morto: il suo funerale è stato celebrato in uno stadio a Irving, poi sono andati a seppellirlo a Austin, dopo 200 miglia di processione funebre, la più lunga della storia degli Stati Uniti.

link

Morirono così


16 commenti :

  1. complimenti per la citazione montypythoniana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quale sarebbe?

      Elimina
    2. Credo intenda "se uccidi un uomo sei un assassino, se lo fai indossando una divisa sei un eroe". In Monty Pithon e il senso della vita Eric Idle dice qualcosa di affine

      Elimina
  2. Centinaia di arabi in meno. EROE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lUI SI TROVA NEL LAGO DEL FUOCO MANGIATO DAI VERMI
      TRA POCO ANCHE TU CI ANDRAI

      Elimina
    2. Ma se il lago è di fuoco i vermi non rimangono abbrustoliti?

      Elimina
    3. Ma, i vermi mangiano il lago di fuoco ?

      Elimina
  3. Uccidi un uomo e sarai un assassino, uccidine milioni e sarai un conquistatore, uccidili tutti e sarai un Dio.

    RispondiElimina
  4. HAHHHAHAHAHAHAHAHAHAHAAAH
    che sollazzo :D

    raccoglie il meglio del meglio dell'umana specie il morto del mese... grazie redazione !

    RispondiElimina
  5. In memoria di una testa di cazzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma te, ?? Ammazzati

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  6. 10-100-1000 Chris Kyle!!!

    RispondiElimina
  7. era un soldato e in guerra si ammazza. o ammazzi o vieni ammazzato, vanno li per quello, basta con finti moralismi. le guerre non andrebbero iniziate, i veri assassini sono i vari potenti del mondo che le iniziano

    RispondiElimina
  8. Lui ha fatto il suo dovere in guerra, è possibile che ci sia da qualche parte un'Amed qualcosa con il suo stesso record solo che non è diventato famoso qui da noi.
    Invece di pensare a quanti ne ha eliminati pensiamo a quanti soldati o civili ha protetto in vita no??

    RispondiElimina
  9. E' vissuto sparando ed e' morto sparato.

    RispondiElimina