mercoledì 9 gennaio 2013

David R. Ellis (1952-2013)

JOHANNESBURG, SUDAFRICA - L'avrete sicuramente già letto: è morto il regista David R. Ellis. Non si sa di cosa sia morto, ma l'hanno trovato seduto sul cesso di una stanza d'albergo a Johannesburg, dove stava girando un qualche film. Ci azzardiamo ad ipotizzare, così... senza alcuna prova dimostrabile, un infarto anale. Ovviamente (chettelodicoaffare) non abbiamo mai visto nessuno dei film da lui diretti, ma siamo sicuri che a dei patiti di internet come voi (avete dimostrato di esserlo in molteplici occasioni, basti vedere a che punto si trova Paniccia nella classifica mensile) Snakes on a plane non sia passato inosservato. Ma non è di serpenti o di aerei che vogliamo parlare, né tento meno dei capitoli di Final destination da lui diretti, piuttosto vogliamo ricordare David R. Ellis come lo stuntman di capolavori dei bei tempi andati, tra i quali non possiamo certo omettere L'ultimo combattimento di Chen, Terrore dallo spazio profondo, Kaan principe guerriero, L'aereo più pazzo del mondo... sempre più pazzo, National Lampoon's vacation, Scarface, Vivere e morire a Los Angeles, Arma letale, Il duro del Road House, Il boss e la matricola, Misery non deve morire e Che vita da cani! (quest'ultimo una vera cacata, a dirla tutta).

link

Morirono così


1 commento :

  1. Cazzo, ma la patologie denominata "Infarto anale" esiste veramente !!
    Ho solo due considerazioni da fare:
    A) Non si smette mai di imparare.
    B) Da questo momento le mie cagate non saranno piu' le stesse.

    RispondiElimina