martedì 15 maggio 2012

Amarillo Slim (1928-2012)

AMARILLO, TEXAS - Che bestie! Quasi ci scordavamo di Amarillo Slim. Amarillo (vero nome Thomas Austin Preston, Jr.) era un giocatore professionista di poker ed un cancro al colon lo ha già reso cadavere da un paio di settimane.

Vincitore di quattro di questi cosi, s'è giocato a carte (e in scommesse di ogni genere) di tutto e di più ed ha scritto svariati manuali sull'argomento: Amarillo Slim's Play Poker to Win, Amarillo Slim in a World Full of Fat People (la sua autobiografia) e, ultimo ma non ultimo, l'e-book All In: An E-guide To No Limit Texas Hold'em. Le sue parole più famose sono:
Look around the table. If you don't see a sucker, get up, because you're the sucker.
Nel 2003 fu incriminato per atti osceni nei confronti di minore e, pur avendo sempre negato la cosa, pagò una multicina e buona notte al secchio. Negli ultimi anni è stato più volte vittima di furto: nel 2006, dei tizi tentarono di rapinarlo mentre guidava la sua macchina ma riuscirono soltanto a sforacchiargliela e lui riuscì a fuggire. Nel 2007 fu vittima di rapina a mano armata mentre stava per i cacchi suoi in casa. Nel 2009, infine, dopo aver riscosso (guarda te) un debito di gioco, rincasava a bordo della sua vettura quando dei bruti gli imposero di fermarsi, lo scoppiarono di botte e gli frecarono tutti i soldini che aveva appena riscosso. Sempre nel 2009, inoltre, pareva dovessero fare un film tratto dalla sua già menzionata autobiografia e, ad impersonarlo, sarebbe toccato (meno male che non l'hanno girato affatto, va') al più famoso tra i nipoti di Francis Ford Coppola.

link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento