mercoledì 25 gennaio 2012

Nicol Williamson (1938-2011)

AMSTERDAM, CHISSA' SE SONO INIZIATI I SALDI, PAESI BASSI - Però, quanti cadaveri eccellenti in questa ultima settimana di gennaio! L'ultimo a tirare le cuoia è stato Nicol Williamson, attore scozzese. Iniziò la sua fortunata (poi sfortunata) carriera recitando come protagonista nella commedia di John Osborne Evidenza inammissibile e nella successiva omonima trasposizione cinematografica (secondo Osborne, Williamson era addirittura "il più grande attore dopo Marlon Brando"). Partecipò sempre come protagonista all'Amleto del '69 (durante la lavorazione del quale ebbe una relazione con Marianne Faithfull), poi in altri mille film fra i quali ci preme ricordare Jean e Barbara un film da finire (con Jill Clayburgh), Venom, Il seme dell'odio, La vedova nera, Il vento nei salici (quello con tutti i Monty Python meno Gilliam e, ovviamente, Chapman), L'Esorcista III e soprattutto il bellissimo Nel fantastico mondo di Oz, che da piccolo era il film della Disney che più mi spaventava dopo Darby O'Gill e il re dei folletti. In quella pellicola Williamson interpretava il doppio ruolo del malvagio Dottor Worley, amante dell'elettroshock, e dell'altrettanto malefico Re degli gnomi.

Ah, quasi mi dimenticavo: Williamson è stato anche l'indimenticabile Merlino nel film Escalabar, Escansala, Eschizibur, Escansavar...
Excalibur imbecille!
Grazie! Giusto, Excalibur, quello del 1981. Nel '96 partecipò al suo ultimo film, quella mezza cacata di Spawn (era Cogliostro), e d'allora non ha più combinato molto, tant'è che è morto in condizioni di relativa povertà (il decesso è avvenuto lo scorso natale, ma solo oggi la notizia è stata divulgata).

link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento