martedì 13 dicembre 2011

Roman Simakov (1984-2011)

YEKATERINBURG, CATENA DEGLI URALI, DOVE LA TEMPERATURA PUO' SCENDERE FINO A -51° E SALIRE FINO A +44°, RUSSIA - Oggi un macello di vittime giungono dal funesto mondo dello sport ed è, nella fattispecie, lo sport chiamato pugilato quello che si porta via Roman Simakov al termine di un apparentemente innocuo incontro di boxe valido per il titolo dei mediomassimi nella WBC Asiatica. Visionando la già linkata clip, non possiamo, purtroppo, apprezzare la gragnuola di colpi che ha investito il povero Roman nella sesta ripresa (quando è finito per la prima volta K.O.), né il disperato tentativo dei medici di operarlo al cervello quando è arrivato in ospedale poco dopo.

Non te la prendere, Roman. La morte va così... quanto meno non tutti i mali vengono per nuocere, pensa: tra poco incontrerai Smokin' Joe!

link

Morirono così


2 commenti :

  1. Ho i pugni nelle mani!

    RispondiElimina
  2. Che pezzo di figo. Quanto cadavere sprecato, ammazza!

    Tura

    RispondiElimina