lunedì 14 novembre 2011

Marie Ljalková (1920-2011)

BRNO, REPUBBLICA CECA - Secondo voi, quanti uomini ha ucciso Marie Ljalková? Più di 30! E non era una serial killer o una vedova nera, bensì un cecchino della divisione ceca dell'Armata Rossa (la battuta sul cecchino ceco ve la risparmio) che ha combattuto nella battaglia di Sokolovo (vi risparmio pure la battuta su Sokolovo). Marie Ljalková era una di quelle cazzutissime donne soldato schierate dall'esercito russo durante la Seconda Guerra Mondiale, uno dei primi cecchini donna della storia, prima che Full Metal Jacket ne lanciasse la moda. Certo, trenta crucchi ammazzati non è poi questo gran risultato, soprattutto se paragonato al body count di altri mostri sovietici come Fyodor Okhlopkov (429) o Lyudmila Pavlichenko (309), ma pazienza, l'importante è partecipare.

Nel 2010 l'ormai vecchiaccia cecchina è stata onorata dal suo paese con La Croce dell'Ordine del Leone Bianco (Kimba?) e per l'occasione s'è fatta pure qualche foto spiritosa.

link

Morirono così


1 commento :

  1. belin aver combattuto una guerra tremenda e poi vedere il proprio paese (URSS ma anche Cecoslovacchia e Jugoslavia) nelle mani di 4 mafiosi, smembrarlo e papparsi tutto e spendersi i soldi in calciatori.
    Deve essere stato brutto, ma insomma i mafiosi più forti del nazismo.
    dDuck

    RispondiElimina