giovedì 24 marzo 2011

Zoogz Rift (1953-2011)

WEIRDO AMERICA, NEW JERSEY - Lacrime lacrime lacrime inondano la mia tastiera in un fiume ininterrotto. Dicembre 2010 è stato solo un segno, dopo la morte del Capitano che ci ha lasciato senza un faro ispiratore, oggi muore il suo più grande discepolo.
Molto più che un imitatore di Zappa/Beefheart, Zoogz aveva quella carica punk e quella grinta naif che tra incastri chitarristici ossessivi e la sua ciccia traboccante rendeva la sua musica unica.

Fossero solo i suoi meriti musicali, già sarebbe abbastanza per entrare nell'olimpo dei nostri eroi (altro che la weddingaddicted Liz), ma Zoogz per guadagnarsi il pane lavorava nella più bella industria americana: il Wrestling. Coinvolto da anni nella Universal Wrestling Federation (UWF) passò da vicepresidente a disoccupato in pochissimo tempo quando il presidente Herb Abrams morì di infarto mentre era tenuto in custodia dalla polizia dopo essere stato trovato nudo ricoperto di vaselina e cocaina intento a distruggere i mobili del suo ufficio con una mazza da baseball in compagnia di prostitute (si può battere un tipo del genere?). Ad ogni modo, era il 1996 e Zoogz inaugurò un suo show online, Puke-a-Mania, nel quale faceva sproloqui sul mondo del Wrestling, arrivando a sostenere che fosse in grado di allenare qualsiasi uomo grazie alla tecnica del Granchio d'oro.

Cosa doveva fare di più Zoogz per entrare nei nostri cuori? Essere un supervecchiaccio e magari pure scacchista? Non siate cinici e piangete quelle due lacrimucce che conservate per le occasioni speciali.

link

Morirono così


2 commenti :

  1. Incredibile che sia morto con uno stile di vita così morigerato...

    RispondiElimina
  2. uno dei più grandi di sempre

    -adl

    RispondiElimina