martedì 29 marzo 2011

Romolo Ravarini (1917-2011)

CAMERI, LOMBARDIA, ITALIA - Ancora una volta tutta lo staff de iMdM si raccoglie in un minuto di silenzio dopo la consueta riunione di redazione serale. Non vorremmo mai dirvelo, ma anche oggi è morto uno scacchista. Quanti ne vedremo apparire su queste pagine? Quanti ancora? Quanti?

Sempre troppi, oggi poi il nostro dolore è indescrivibile dato che siamo costretti a salutare uno fra i più grandi compositori di scacchi mondiale e per di più un italiano.

Romolo Ravini era il suo nome e di professione faceva il professore di fisica, appassionato agli scacchi sin da giovane. Per quanto abbia partecipato alle finali del campionato italiano a suo tempo, non era riuscito a qualificarsi. Gli sarà mancato forse il sangue freddo necessario ad affrontare un incontro di scacchi all'ultimo sangue o solo sfortuna, fatto sta che Romolo in quel momento capì che non era lo scontro ciò che lo emozionava, ma piuttosto la creazione di situazioni immaginarie difficilissime dalle quali districarsi. Ed è così che inizia a partecipare ai concorsi per la soluzione di problemi scacchistici fino ad ottenere una tale fama e riconoscimento da guadagnarsi il titolo di Direttore Tecnico della Sezione Problemi de L'Italia Scacchistica.
Come avrete capito il nostro Ravarini iniziò a comporre problemi scacchistici sempre più complessi, in particolare fu autore di diversi aiutomatto particolarmente famosi e nel 2004 a 87 anni divenne campione italiano di scacchi senior per corrispondenza. Esatto, la disciplina preferita di Umansky.

Prima di salutarci anche questa volta, vi lascio con uno dei problemi migliori ideati dal prof. Ravagnini, un aiutomatto spassoso che sicuramente risolverete in un lampo grazie alle vostre capacità superiori o grazie a Google.

Note: a) diagramma; b) Ra8 in e8; c) Ra8 in e1
link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento