domenica 6 febbraio 2011

Josefa Iloilo (1920-2011)

C'ERA UNA VOLTA NELLE ISOLE FIJI - Era un bel po' che ci domandavamo chi fosse quel tipo ritratto affianco al sommo Bokini nello scatto che campeggia qui sopra e che, su queste pagine, è stato preda di mille e mille montaggi. Ora possiamo finalmente scoprirlo: dunque... siede alla destra del padre, quindi la catechesi ci insegna che dev'essere suo figlio.

Ma bando alle ciance e vediamo un po' qual è la sua storia: oltre ad un'estrema naturalezza nell'indossare gonna e sandali anche nei meeting ufficiali, lo ricordiamo per essere stato il Presidente della Repubblica dell'arcipelago fijiano dal 2000 al 2009, con solo una piccola pausa allorquando, nel dicembre 2006, il perfido Commodoro Bananarama lo spodestò con un colpettino di Stato... dico colpettino perché la malvagità non paga e nel gennaio del 2007 il Bananarama dovette avvedersene e gli riassegnò l'incarico; Iloilo, di tutta risposta lo nominò suo Primo Ministro.

Nel 2009 la Corte d'Appello dichiarò illegale il governo Bananarama, Iloilo disse qualcosa tipo "Sì, sì, avete ragione... nominerò un governo ad interim e poi nel 2014 ci saranno regolari elezioni," dopodiché insignì di nuovo Bananarama del titolo di Primo Ministro e si dimise, scatenando reazioni di disillusione da parte di alcuni nomi di spicco dell'intellighenzia fijiana (Brij V. Lal, accademico tra i firmatari della Costituzione, dichiarò "This was all a total charade, just a hoax that spits in the face of democracy. The President is a senile old man, a puppet in the pocket of the military. It was planned all along that he would look after Bainimarama and strengthen the regime, and no justice would be done.")

Ora, con Iloilo fuori dalle palle e la strada tutta in discesa, chissà in quali mirabolanti imprese si cimenterà il Commodoro del Male. Beh, non ci resta che attendere, lo sapremo presto.

link

Morirono così


1 commento :