martedì 17 agosto 2010

Francesco Cossiga (1928-2010)

ROMA, ITALIA AMORE MIO - Oh, era ora. Al ritmo di Disco Samba confermiamo il decesso di Francesco Cossiga, politico italiano, Presidente della Repubblica, senatore a vita e bla bla bla. Potremmo stare qua ore a parlare di quando mandò i blindati in via Zamboni, del suo coinvolgimento in Gladio e di tutte le merdate italiane di cui è stato attore o spettatore, ma ci limitiamo a riportare le parole di questo gran pezzo di statista, giusto per farci un'idea dell'enormità della perdita subita; a costo di sembrare ripetitivi, ecco un estratto da un'illuminante intervista rilasciata al Resto del Carlino nel 2008:
Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perchè pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito... Lasciarli fare (gli universitari, ndr). Ritirare le forze di Polizia dalle strade e dalle Università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di Polizia e Carabinieri. Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì. (...)
Questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l'incendio

Detto da uno che di democrazia se ne intende.

link

Morirono così


12 commenti :

  1. AZZECATISSIMO IL COMMENTO! ... Kozziga era un personaggio odioso e padre di tutti i politici di professione (Fini, Casini e D'Alema)

    RispondiElimina
  2. Franco Alfredo18 agosto 2010 16:38

    Essendo io un bieco reazionario non posso che felicitarmi della frase. La ignoravo ma la appoggio pienamente.
    Io penso che a tutti noi delle Oscure Forze della Reazione in Agguato non possa che lasciare un grande buco la sua dipartita.
    RIP

    RispondiElimina
  3. il giornalista del manifesto Pintor (pure lui sardo) su Cossigheddu ebbe a scrivere "A me pare un pò scemo": Brutta storia avere a che fare un con un uomo di potere stronzo e che e' pure scemo

    RispondiElimina
  4. Povero Pintor e disgraziato il Manifesto! Dal suo commento si capisce il criterio di valutazione degli addottrinati di sinistra, di quella sinistra che ebbe a magnificare Stalin, la Russia di Breznev, ecc... ed oggi hanno la sfacciataggine di professarsi "Democratici"!!!!
    Loro, fascisti rossi, estimatori della dittatura più assoluta e tragica della storia.
    Della storia, non delle storie del Manifesto.....

    RispondiElimina
  5. Kossigone è un pezzo da novanta, ditelo che avete goduto come ricci a poter fare questo post =)
    Ma la cucuzza più grossa deve ancora cadere ;)



    @ Anonimo del 28/08
    infatti, mica tutti invece sono abbastanza intelligenti ed aperti da formarsi GIUSTAMENTE un'opinione su un giornale e su un giornalista da una riga letta da un commento su un blog...

    RispondiElimina
  6. Cossiga è sicuramente in paradiso. Lo dimostra il ritrovamento del cadavere di San Pietro nel bagagliaio di una Renault. (cit)

    RispondiElimina
  7. Cossiga merda brucia all' inferno, peste sulla famiglia.

    RispondiElimina
  8. comunque le dichiarazioni di cossiga sono esattamente qello che è successo al G8

    Fichissimo!

    RispondiElimina
  9. Lurido verme, torna tra i tuoi simili.

    RispondiElimina
  10. Pensate un poco che questo stronzo ando' pure al matrimonio del terrorista che uccise licio giorgieri bravo bravo cossigone dei mio coglione

    RispondiElimina