martedì 2 settembre 2014

Jimi Jamison (1951-2014)

MEMPHIS, TENNESSEE - Per un attimo avevo pensato che Jimi Jamison cantasse Eye of the tiger e invece scopro che entrò nei Survivor soltanto dopo la defezione del precedente cantante, Dave Bickler. Però, dai, ha cantato questa!

link

lunedì 1 settembre 2014

Luglio 2014 - And the winner is...

GIORGIO FALETTI
Scrittore comico
Penso che l'open source sia il sistema migliore per precipitare nella barbarie. Certe cose vengono fatte perché esiste un'industria che le produce e investe senza un ritorno economico.
-da un'intervista

Ah, ah, ah, ah, ah, "... un'industria che le produce e investe senza un ritorno economico...": questa sì che è bella! Senza dubbio la miglior battuta di tutta la sua carriera nello scintillante mondo della comicità, grande Faletti! Vabbuò, bando alle ciance, anche il sondaggio di luglio è concluso e nessuno è riuscito a fregare la prima posizione al sosia ufficiale di Peter Gabriel... porco il mondo che c'ho sotto i piedi, oserei dire. Non resta che aprire le danze per le votazioni del prossimo Morto del Mese col nostro storico slogan: "beh, che cazzo state aspettando? Votate!"

domenica 31 agosto 2014

Alfredo Martini (1921-2014)

SESTO FIORENTINO, TOSCANA - Italiani: popolo di appassionati di pallone... e di ciclismo, ma come si fa? Ma come fate a non scassarvi gli zebedei guardando tizi che pedalano su strade di montagna? Mah! Comunque sia, è morto Alfredo Martini, biciclettatore prima e ct della nazionale poi. Non abbiamo nient'altro da dichiarare: magari se avesse gareggiato nudo su di un monociclo qualche parola in più l'avremmo spesa.

link

P.S. Per chi se lo stesse chiedendo: no, non aveva il superpotere di decomporsi già da vivo, semplicemente qualche giorno prima dello scatto aveva avuto un banalissimo incidente domestico.

sabato 30 agosto 2014

Robert Hansen (1939-2014)

ANHORAGE, ALASKA - Facciamo "ciao ciao" con la manina a Robert Hansen, serial killer noto come The Butcher Baker, il "Fornaio Macellaio" (nickname datogli per via del suo mestiere di panificatore). La sua morte equivale ad uno sconto della pena di 430 anni, visto che ne ha scontati solo 31 dei 461 previsti, ma sappiamo che agognate i dettagli raccapriccianti e perciò, ecco a voi:


LA VERIDICA STORIA DEL FORNAIO MACELLAIO

Nell'anno del Signore 1983, il tredicesimo giorno del sesto mese, la signorina di facili costumi Cindy Paulson denunciò il suo rapimento con conseguenti torture avvenuto per mano di Hansen, il quale l'aveva adescata promettendole 200 dollari in cambio di un pompino per poi minacciarla con una pistola, rapirla, legarla, stuprarla, torturarla, ecc. La Paulson, come accennavamo poc'anzi, riuscì a scappare mentre il nostro eroe cercava di caricarla sul suo aereo da turismo per "mostrarle" il suo capanno di montagna, altrimenti irraggiungibile. Inizialmente Hansen riuscì a scamparla fabbricandosi un alibi ma dopo qualche mese gli sbirri, sulle tracce di un assassino seriale, si recarono a casa sua (corrispondeva al profilo) e scoprirono una mappa segnata da un bordello di "X", alcune delle quali si trovavano su punti in cui erano già stati trovate le resta di altre donnine allegre e/o spogliarelliste. Sulla mappa, però, erano segnati anche altri punti d'interesse che portarono gli investigatori a scoprire che l'Hansen, dal 1979 al 1983, aveva stuprato, torturato ed ucciso ben 21 donne, delle quali furono ritrovati (quasi) tutti i corpi. A quanto poi ebbe a raccontare, spesso dopo lo stupro/tortura/etc. lasciava le donne libere di scappare nell'inospitale foresta alaskiana, così da poterle cacciare letteralmente come fossero animali.
It was like going after a trophy dall sheep or a grizzly bear.
Ah, dalla vicenda è stato anche tratto un film con Nicolas Cage, punizione ben peggiore di mezzo secolo di carcere.

link

Glenn Cornick (1947-2014)

HILO, HAWAII - Diviene cadavere il primo fricchettonissimo bassista dei Jethro Tull, Glenn Cormick, che ha suonato nei primi tre album del gruppo. La notizia viene data da Ian Anderson in persona e la trovate al...

link

venerdì 29 agosto 2014

Stephen Lee (1955-2014)

LOS ANGELES, CA, USA - È defunto Stephen Lee, attore americano che è apparso in decine di film e serie TV, per lo più in ruoli da caratterista; fra questi ricordiamo il film La Bamba, dove interpretava The Big Bopper (destinato a morire insieme a Buddy Holly, Ritchie Valens e alla musica) e il corrotto poliziotto drogato Duffy in Robocop 2, che sicuramente non è un capolavoro, ma contiene diverse scene memorabili, come quella dell'esecuzione del suddetto sbirro:
Hai detto che lo volevi solo spaventare!
E non è spaventato?
link

giovedì 28 agosto 2014

Don Pardo (1918-2014)

TUCSON, ARIZONA - Voce storica del Saturday Night Live, Don Pardo non annuncerà più nulla. Nella sua trentottennale carriera nel noto programma comico ha presentato i più grandi ed una volta Frank Zappa, ospite del programma, volle sfruttare le sue qualità di "annunciazione" per una versione dal vivo di I'm the slime, performance della quale Zappa stesso dichiarerà "è stato l'apice della carriera di Don" e brano che poi incideranno insieme anche sul disco dal vivo Zappa in New York. Mah, sarà... ma per noi l'apice della sua carriera è stato quando promise a Dawson una sonora sculacciata.

link

Mike Matarazzo (1965-2014)

STANFORD, CALIFORNIA -
Oh, god, where do I begin? I'd have to say that everything that led to my heart problem began the minute I started getting serious about competitive bodybuilding. In order to get bigger, I'd eat five, six, seven pounds of red meat a day, no vegetables. And I'd stay away from fruits because of their sugar. Worst were the chemicals. I have so many memories of being alone in a hotel room the week, five days or two days before a contest, and doing unspeakable things to my body—steroids, growth hormones, diuretics—anything and everything that we as bodybuilders do to achieve a certain look.
Dopo anni di assurde diete iperproteiche, steroidi, ormoni della crescita, diuretici (?) e chi lo sa quali altre insensate violenze effettuate ai danni del suo corpo, Mike Matarazzo ha ceduto. Si era riscoperto critico nei confronti di dette abitudini del jet set culturistico quando il suo cuore gli ha giocato il primo di innumerevoli tiri mancini, i quali lo hanno debilitato al punto da non riuscire più a svolgere alcuna attività lavorativa. Muore mentre attende un trapianto di cuore. E pensare che invece Gregg Valentino è ancora in vita, ma che giustizia è?

link

mercoledì 27 agosto 2014

Adel Smith (1960-2014)

L'AQUILA, ITALIA - Lascia per sempre questa valle di lacrime Adel Smith, che Allah lo abbia in gloria. Era un po' che non si vedeva in giro, finalmente nei salotti televisivi si erano accorti che costui non era il rappresentante dei musulmani in Italia, ma solo una specie di Vittorio Sgarbi islamico. Smith, di padre italiano di origine scozzese e madre egiziana, nacque Emilio e fu cresciuto come cristiano cattolico; più tardi si convertì all'islam, cambiò nome e si stabilì in Italia, a Ofena nell'aquilano, dove fondò l'Unione Musulmani d'Italia, che stando al suo modernissimo sito web contava più di cinquemila membri; in seguito il noto teologo, come arrivò a definirsi, fece parlare di sé per la sua campagna contro il crocifisso nei luoghi pubblici (di per sé sacrosanta, ma di certo non mossa da istanze laiciste), culminata nel lancio di un crocefisso dalla finestra dell'ospedale dov'era ricoverata sua madre. Quando poi si scoprì che Smith non era un leader religioso e non rappresentava cinquemila persone, ma a malapena sé stesso, sparì dalla scena pubblica, finalmente. Nel disperato tentativo di ottenere uno scampolo di visibilità, negli ultimi tempi s'era alleato con tal Salvatore Marino (fondatore dell'associazione Maschio 100% e leader del movimento, anche questo probabilmente composto da lui solo, Destra Cristiana Europea, nonché ultimo fidanzato di Sara Tommasi) per combattere "l’islamofobia occidentale e la nefasta cultura satanica lesbo-femminista-gay". Mamma mia, che coppia.

Chiudiamo con il video di questa sua famosa megarissa TV, dove quantomeno è riuscito a dimostrare che gli islamici sono più bravi a fare a mazzate.

link

Ger van Elk (1941-2014)

AMSTERDAM, PAESI BASSI - È morto Ger van Elk, artista olandese che non ricorderemo certo per lavori come questo, questo, questo e questo, e nemmeno questo o questo, ma piuttosto per questo video del 1970, The well-shaven cactus. Che volete che vi dica, non avevo mai visto rasare un cactus (altro che Scorsese).

link