martedì 7 giugno 2016

Giorgio Albertazzi (1923-2016)

ROCCASTRADA, MAREMMA MAIALA -
Ho aderito alla Repubblica Sociale perché venivo fuori da una famiglia che aveva vissuto il fascismo, e per me e altri era la scoperta di una via socialista anticlericale e contro il re, e sono coscientissimo che, sia quelli che si sono schierati come me, sia quelli che hanno abbracciato un'ideologia partigiana volevano altrettanto sostenere una posizione di dignità, di morale e di fermezza.
Ma non era già morto? Mah! Porgiamo i nostri estremi saluti a Giorgio Albertazzi, uomo di teatro, di cinema, di televisione che, pur avendo fieramente ammazzato partigiani quand'era con l'RSI, è riuscito nonostante tutto a lavorare indisturbato fino all'ultimo.
E' mancato un grande italiano, che ha fatto la storia del teatro e parzialmente del cinema: Giorgio Albertazzi. Vorrei che arrivasse un messaggio di affetto a questo artista che è stato contemporaneamente classico e controcorrente.
-Matteo Renzi

link

Morirono così


6 commenti :

  1. Sono un suo fan sfegatato dai tempi che venni a sapere che fece fuori dei partigiani,i partigiani che sparavano e scappavano rubavano e ammazzavano i sacerdoti uno come il grandissimo albertazzi ci voleva proprio per dargli una strigliata anche a pertini ci sarebbe voluta una bella ramanzina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non abbaiare troppo che il padrone tedesco tira la catena...

      Elimina
    2. Sono un suo fan sfegatato da quando ho saputo che è morto..
      -zepe-

      Elimina
  2. Però... Albertazzi... il grande Albertazzi... il grande e irreprensibile Albertazzi! Mammamia, non sapevo che facesse anche teatro.

    RispondiElimina
  3. Brutta razza i partigiani, albertazzi era un granduomo

    RispondiElimina
  4. Vi amo per questo necro. Finalmente potrò andare a vedere Memorie di Adriano.

    RispondiElimina