domenica 17 aprile 2016

Tony Conrad (1940-2016)

CHEEKTOWAGA, NEW YORK - Muore Tony Conrad, tizio che, dopo essersi fatto notare come musicista d'avanguardia, presto si scocciò della musica per darsi al cinema (beh, cinema non è la parola adatta, ma procediamo con ordine). Erano gli anni '60 e Tony fu tra i fondatori del Theatre of Eternal Music (un gruppo di stramboidi che facevano esibizioni dal vivo di musica minimalista concettuale), poi si ritrovò assieme a John Cale, con cui aveva già suonato nei ToEM, ed a Lou Reed nella formazione dei Primitives che non c'entrano un cazzo con Mal e che incisero soltanto questo singolo (a proposito, non c'entra una mazza e forse non ci crederete, ma questi sono Lou Reed e John Cale che, all'epoca, si guadagnavano la pagnotta come animatori per feste di compleanno). Si cacò presto il cazzo della musica, dicevamo, e passò a "girare" The Flicker, film che constava solo di fotogrammi bianchi e neri che si alternavano per mezz'ora (alla prima proiezione del film, pensate, svariati spettatori cominciarono a vomitare e a sentirsi male), ponendo le basi del film strutturale. Se questo film vi sembra strano, aspettate di sapere di cosa "trattavano" gli altri: nel 1973, Tony "girò" Yellow Movies, un film la cui durata doveva essere di almeno 50 anni, creato emulsionando delle stampe fotografiche con prodotti che in maniera lentissima ne modificavano l'aspetto, poi creò Sukiyaki, film che, come l'omonima ricetta nipponica, doveva essere preparato subito prima della "degustazione", cosa che il caro Tony fece impastando uova, carne, verdura e pellicola cinematografica e mostrando il tutto dal vivo al pubblico, ma il capolavoro dei capolavori è senza ombra di dubbio Pickled Film (film sottaceto), di cui ha fatto anche il remake, che lasciamo descrivere proprio a lui...
Well, if you take a roll of film and instead of making pictures on it, you process it by pickling it in vinegar and putting it in a jar and presenting it for people to look at that way, projected through the lens of the fluid around it, this is so distorted and such a monstrous disfigurement of the normal way in which you are 'supposed to use' film, that it is a kind of pathology; it's a sickness in the sense of a virus being inserted in the system. I think wellness and change are measured by comparison to potential for extremes of illness or death. I was trying to kill film. I wanted to let it lay over and die.
Eh beh, a morte Hollywood! Nel frattempo, il buon Tony ritrovò la passione per la musica e registrò un album insieme ai krautrocker noti come Faust, il dronosissimo Outside the Dream Syndicate, poi collaborò con il/la signor* Genesis P-Orridge e produsse svariati altri lavori più o meno vicini al genere neomelodico.

link

Morirono così


5 commenti :

  1. Vedo che state rimettendo il culo in carreggiata. Very good!

    RispondiElimina
  2. Cazzo questo era scheggiato veramente ma non ha mai cagato sulla pellicola e ciò lo rende un conservatore di merda, la sua.

    RispondiElimina
  3. Vi siete dimenticati di proclamare Lemmy....

    RispondiElimina
  4. MORTA KARINA HUFF19 aprile 2016 17:12

    Che figa. Che sfiga.

    RispondiElimina