venerdì 29 maggio 2015

Claudio Caligari (1948-2015)

CINECITTA', ROMA - Ma di Claudio Caligari, autore del film culto Amore tossico, non vogliamo parlare? Ma cerrrrto che sì! Non che ci sia molto da dire su di lui a parte che, nel suddetto film, fece recitare veri tossicomani (cosa che portò non pochi problemi sul set, tra crisi d'astinenza ed assenze improvvise degli attori per arresti conseguenti a piccoli furti). Oltre ad Amore tossico, Caligari ha girato alcuni documentari di cui non riusciamo a scovare nulla in rete ed un lungometraggio, L'odore della notte, con Valerio Mastandrea, il quale, ad ottobre dello scorso anno, scrisse questa commovente letterina al regista americano Martin Scorsese per chiedergli di mettere mano al portafoglio per agevolare la produzione dell'ennesima fatica del Caligari:
Caro Martino,

Ti scrivo per una ragione semplice. Tu ami profondamente il Cinema. In Italia c'è un Regista che ama il Cinema quanto te. Forse anche più di te. Certo non basta amarlo per farlo bene, il Cinema, ma questo signore prossimo ai 70 ha avuto poche opportunità per dimostrare il suo valore. Quando le ha avute, lo ha fatto. La sua filmografia fai presto a leggerla: Amore tossico, '83, L'odore della notte, ‘98. Ti scrivo perché, dopo tanti anni di “resistenza umana” alla vita, a questo mestiere e alle sue dinamiche, questo signore ha avuto il coraggio di scrivere un nuovo copione, e di provare a girare un nuovo film. Da circa due anni un gruppo di amici di cui faccio parte lo sta supportando muovendosi nei meandri delle istituzioni e delle produzioni grandi e piccole ottenendo piccoli risultati ma importanti. Attorno a questo film si è creata un'atmosfera molto rara. In tanti lo vogliono fare per rispetto di questo signore e del più alto senso del Cinema e di chi vive per il Cinema. Molte delle eccellenze del nostro settore, hanno espresso la volontà di lavorare gratuitamente o di entrare in partecipazione. Ora, se starai ancora leggendo, ti chiederai «allora perché non riuscite a metterlo in piedi?» La risposta a questa legittima domanda ti obbligherebbe a un'altra domanda: «Ma è così difficile fare i film in Italia?»” Questo è un altro discorso. Più lungo e più maledettamente ovvio, almeno per noi.
Caro Martino questa mia lettera è solo un tentativo che va ad aggiungersi alle centinaia che abbiamo fatto in questi due anni. Non riusciamo a raggiungere una cifra tale per mettere questo signore sul set: che è il suo luogo naturale. Ho pensato: questo signore parla e cita Martino come se fosse un suo compagno di scuola. Conosce il Cinema e soprattutto quello di Martino come lo avessero fatto assieme. A noi mancano tanti soldi per fare questo film. È piccolo ma ne mancano ancora tanti, anche per quel piccolo. Allora io chiedo a Martino di leggere il copione e di guardarsi Amore tossico. Spero che Martino lo faccia, si innamori del Cinema di questo signore e venga qui a conoscerlo, pronto a produrre il suo film insieme a noi che siamo la sua piccola banda che il Cinema lo ama e lo detesta forse per quanto lo ama. Spero che Martino non si offenda per come lo chiamo ma è questo signore che lo chiama sempre così. Ecco, questo ho pensato e questo spero. E anche se questa lettera sarà tradotta e con la traduzione forse si perderà la commozione con cui è stata scritta, sarà stato un altro tentativo a cui ne seguiranno altri magari ancora più folli. Perché il Cinema di questo signore, Claudio Caligari, merita più di quanto è stato fino a oggi. E perché lo ripeto, quanto lo ama Claudio, il Cinema, forse neanche tu, Martino. A nome della Crew di Non essere cattivo ti ringrazio per l'attenzione.
Approfittiamo dell'occasione per salutare Martino: ciao, Martino!

link

Morirono così


18 commenti :

  1. Appena terminata la visione di Amore tossico, che dire? Un capolavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e per un "Ago", non poteva essere che un capolavoro!

      Elimina
    2. ha ha ha capo lavoro ha ha haa h mavala'

      Elimina
    3. Continua a guardarti trainspotting allora, merdaccia

      Elimina
    4. Ago, certe parole da te non me le sarei mai aspettate...

      Elimina
    5. Beh caro anonimo che ci vuoi fare

      Elimina
    6. amore tossico è un capolavoro, e ora tutti al sert

      Elimina
  2. Grazie, redazione iMdM. Solo che ho un dubbio: non è che vi riferivate per caso a Werner Kraus?

    RispondiElimina
  3. Addio Claudio, e adesso insegna agli angeli a svortà.

    RispondiElimina
  4. Me so' commosso, mortacci vostri

    RispondiElimina
  5. Io Amore Tossico ancora non l'ho visto, però ho visto l'Odore della Notte e mi era piaciuto molto.

    RispondiElimina
  6. Io 'ste lettere aperte da piagnione italiano chiagniefottibaffineri proprio non le capisco. Suonerò un requiem col mandolino in memoria del regista tossico neoneorealistachenonsièinventatouncazzo.

    RispondiElimina
  7. Ma i vanzina sapete dirmi se sono ancora in vita?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i fratelli cinepanettoni ? Si

      Elimina
  8. Che cazzate di film

    RispondiElimina
  9. meglio perderli questi registi

    RispondiElimina