mercoledì 19 novembre 2014

Luigi Gorrini (1917-2014)

ALSENO, IMPERO ITALIANO -
Dopo il 25 luglio, a dispetto dell'arresto di Benito Mussolini, il morale della mia unità restava alto e la mia personale disponibilità all'azione era totale. Nonostante i rovesci subiti in quel periodo, il nostro Stormo era l'unico ancora pienamente operativo per il combattimento. La mia sezione era stata destinata alla difesa di Roma. La maggior parte degli uomini della Regia Aeronautica non era interessata alla politica o ai partiti. Essi erano innamorati del volo e determinati a difendere la terra natale e dare la loro vita, se necessario, nel tentativo di arrestare il bombardamento delle città italiane.
Vola in cielo per l'ultima volta Luigi Gorrini, uno degli ultimi assi dell'aviazione italiani, uno dei migliori. Durante la Seconda Guerra Mondiale Gorrini, poco più che ventenne, a bordo del merdoso Fiat C.R.42 e del ben più fico Macchi M.C.205 (l'unico che a malapena poteva competere con i caccia nemici) buttò giù ben 19 aerei nemici, non pochi considerando che il miglior asso italiano, Teresio Martinoli, ne ha seccati appena 22 (nulla a che vedere con il migliore asso della storia, l'asso degli assi, il mostruoso Erich "Bubi" Hartmann, 352 abbattimenti accertati). In realtà le tacche (TACCA!) sull'aereo di Gorrini potevano essere molte di più, ma all'epoca La Regia Aeronautica non teneva un registro ufficiale e assegnava il punteggio alla squadriglia piuttosto che ai singoli piloti, diversamente da quelle degli altri Paesi (per questo motivo le varie fonti sono spesso discordanti a riguardo).

Dopo la guerra, Gorrini tornò al paesiello natale e lì dimorò fino alla fine dei suoi giorni. Se v'interessa (sì, lo so che non ve ne frega un cazzo), guardatevi questo documento/intervista: Luigi Gorrini - il cacciatore del cielo.

link

Morirono così


14 commenti :

  1. "vola in cielo per l' ultima volta, senza aereo, Luigi Gorrini" ve le devo scrivere io, le battute ?

    RispondiElimina
  2. ave Luigi, il duce è fiero di te, l'abissina e l'etiopia sono perdute, l'impero è tracimato in quel perenne 8 settembre che rende mal visti gli italiani nel mondo, ma tu col tuo esempio il monito l'hai dato: non ho tradito.
    pappa francesco

    RispondiElimina
  3. Guardate il documentario e fatevi una cultura: ne vale la pena. Se no rimarrete delle capre (Pappa francesco, mi sto riferendo a te)

    RispondiElimina
  4. ah...pensavo ti riferissi a tua madre...
    pappa francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, mi riferivo a te, bestia ignorante

      Elimina
  5. Sarà per via del il mio nome, ma vorrei precisare che il miglior asso italiano risulta essere Franco Lucchini con 28 (26 secondo altri conteggi) abbattimenti... con buona pace del Martinoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmm, il conteggio è controverso. Nei 28 di Lucchini sono inclusi 5 abbattimenti durante la Guerra Civile spagnola. Potrei riabilitare il Martinoli e andare a fare in culo, oppure potrei invocare uno spareggio tra i due, ovviamente un'epica sfida aerea. Chi vince prende tutto!

      Elimina
  6. Libro consigliato: "Vespa 2 - 85^ Squadriglia" di Giacomo Manfredi, edizioni Stem Mucchi - Modena.
    Ciao da Flegiàs

    RispondiElimina
  7. MERDOSO IL C.R.42?? Tu, oscuro scribacchino, non capisci veramente nulla nè di storia nè di meccanica. Il C.R. 42 è stato uno dei migliori aerei della WW2, anche se la formula biplana era ormai obsoleta. Non è che perchè c'è stata la serie 200 della Macchi tutto il resto deve essere merda. Ma senti che roba.

    RispondiElimina
  8. >>Il C.R. 42 è stato uno dei migliori aerei della WW2

    ma fammi il piacere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatti un giro al RAF Museum di Londra e leggiti il cartellino a corredo del Fiat CR 42, scritto dagli Inglesi, non da uno che ama parlar male delle cose fatte dai propri connazionali. Oppure, se sai l'Inglese (dubito) leggiti su Wikipedia qualcosa al riguardo. Se vuoi ti faccio la traduzione gratis.

      Elimina
    2. Se guardi il documentario lo stesso Gorrini ne parla male. Per l'epoca in cui era stato costruito, era una merda, punto.

      Elimina
  9. Appunto perchè la formula biplana era obsoleta che il CR 42 era un aereo di merda negli anni '40: è come dire che la Ferrari 312 T4 campione in F1 nel 1979 con Scheckter è una delle migliori macchine di F1 odierne, anche se obsoleta....

    RispondiElimina