martedì 8 luglio 2014

Alfredo Di Stéfano (1926-2014)

MADRID, SPAGNA - Calciatore e allenatore ucciso da un infarto, ha giocato in varie squadre tra cui il grande Real.

link

Morirono così


23 commenti :

  1. Con ogni probabilità il più grande artista del calcio, al pari di Pelé e Maradona.
    Minchia se vi siete sprecati! Ve li meritate davvero i merdosi truzzacci pallonari di oggi: Bamboccelli, Nullymar e Cristiano Tamarro.

    RispondiElimina
  2. Devo correggere un commento precedente riguardo a Faletti: QUESTO è il necro più di merda!

    RispondiElimina
  3. I due anonimi di sopra hanno mai letto il necrologio di Baicu e degli altri calciatori?

    RispondiElimina
  4. Ago non scambiamo per geniale la poca voglia di fare.
    C'è sempre gente disposta a darvi una mano se vi pesano le mani sulle vostre tastiere di merda.
    VERGOGNIIIIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è poca voglia di fare, è la tradizione e la tradizione non si tocca.

      Elimina
    2. Prego?

      http://www1.ilmortodelmese.com/2012/04/piermario-morosini-1986-2012.html

      http://www1.ilmortodelmese.com/2012/05/rashidi-yekini-1963-2012.html

      http://www1.ilmortodelmese.com/2010/08/massamasso-tchangai-1978-2010.html

      Elimina
  5. Certo che se muore lo sconosciuto Baicu si può proprio fare a meno di scriverne, ma se muore quello che è da molti considerato il più grande di sempre, con un palmares straricco (no, dico, roba tipo cinque Coppe dei Campioni e due Palloni d'oro) magari due paroline in più.... mica dico che vi debba piacere il calcio, a ognuno i suoi gusti e hobby, ma sbeffeggiatelo alla pari di politici, scienziati, scrittori o fumettisti, porco Dio!!!

    RispondiElimina
  6. Non capisco perché vi incazziate tanto perché gli hanno dedicato un necrologio così corto, se volete le cose strappalacrime guardatevi qualche telegiornale e bona lì. Non se ne intendono di calcio, pazienza. Un necrologio è un necrologio, è già un ore di per se finire su queste pagine.

    RispondiElimina
  7. Del calcio se ne sbattono, io ci ho rinunciato ormai ad avere necro decenti su questo argomento e anche (sic!) sul cinema. Mi rifaccio con i gustosi necro su personaggi sconosciuti ma spassosi. Reddite quae sunt Caesaris Caesari et quae sunt MortuusMensis MortoMensi

    RispondiElimina
  8. Cazzo ho sbagliato era MortiMensi, sono proprio la protesi della mia stessa minchia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande sfoggio di un passato da liceo classico.

      Elimina
    2. A questo punto infierisco: non è meglio usare il dativo che il genitivo? Cioè se fosse "reddite Cesari res Cesaris" allora sì, ma se usi la forma con "esse" a quanto so serve il dativo...Con immutata stima, eh

      Elimina
    3. Lotito me fa un baffo

      Elimina
    4. Lascia perdere il latino... la correzione è pure peggio.
      http://en.wiktionary.org/wiki/mortuus#Inflection

      Elimina
    5. Doh! E vabbè c'ho provato - era meglio se no ;)

      Elimina
    6. Cmq no, è genitivo seguito da dativo. Ció che è (le cose che sono) di Cesare (gen) a Cesare (dativo). Ho toppato il genitivo di Mortuus ma mo addirittura la lezione colta sulla frase latina no eh

      Elimina
    7. http://www.youtube.com/watch?v=KAfKFKBlZbM

      Elimina
  9. Ribadisco: mai avrei voluto un necro strappalacrime, ne' tantomeno un ritratto agiografico... solo una sana presa per il culo o elencazione sommaria dei tratti salienti della di lui esistenza, come (ripeto) avviene per un qualsiasi cazzone, politico o menestrello. That's all, Folks!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dico, non è mica così difficile http://ilmortopreferito.altervista.org/jogadores/
      e non ho intenti provocatori... solo mi dispiace di cotanta superficialità in certi casi.

      Elimina
    2. Va beh, ho smesso di leggere quando mi sono trovato davanti ad un "fà" con l'accento.

      Elimina
    3. E comunque questi sono scemi o cosa? Praticamente hanno fatto un sito copiando in tutto e per tutto il morto del mese, ammazza che originalità!

      Elimina
    4. Caro anonimo, non ho nulla da spartire con quelli "di là", che sono nati durante la ridicola pausa di riflessione presa da questi "di qua"... il fà potevano evitarlo, come diverse altre cosette... resta il fatto che ci provano e non liquidano con "Calciatore e allenatore ucciso da un infarto, ha giocato in varie squadre tra cui il grande Real." il probabile giocatore più forte di sempre, con una superficialità e supponenza pari alla tua che anziché nel merito rispondi sulla grammatica!

      Elimina