venerdì 27 giugno 2014

Marcus Wellons (1955-2014)

JACKSON, GEORGIA ON MY MIND, USA - Vi ricordate di Clayton Lockett? In seguito alle polemiche scatenatesi in quell'occasione tutte le esecuzioni erano state sospese fino a data da destinarsi. Bene, quella data è arrivata: il primo a beneficiare di questo riavvio è Marcus Wellons, vediamo cos'ha combinato questo mattacchione con il solito template tripartito dei condannati a morte.

You're goin' to Jackson; go comb your hair!
1989: Marcus Wellons coabitava con la sua ragazza nella ridente Contea di Cobb; lei dopo un po' aveva capito che il tipo con cui stava era un pazzo violento, così alla prima occasione scappò via. Lui la prese bene: si ubriacò e sfasciò tutta la casa, poi rapì la figlia dei vicini, la quindicenne India Roberts, la stuprò per poi strangolarla e lasciarla senza vita nel bosco.

In seguito alla condanna a morte, Wellons e i suoi avvocati cercarono in tutti i modi di evitare la pena capitale, principalmente facendo leva sulla sua presunta infermità mentale, ma anche appellandosi a un fatto davvero insolito: durante il processo nel quale era stato condannato, dopo la lettura della sentenza uno dei giurati regalò al giudice un cioccolatino a forma di cazzo, mentre un altro ne regalò uno a forma di tette all'usciere (storia vera). Secondo gli avvocati di Wellons il processo doveva essere rifatto, ma la corte federale interrogata sul caso sostenne che il processo era valido, anche se regalare cazzi di cioccolata non è proprio la condotta che ci si aspetta da parte dei giurati. E così, il "povero" Wellons s'è dovuto attaccare al cazzo, questa volta di carne.

'Cause I've seen blue skies through the tears in my eyes
Con l'ultima dichiarazione Wellons è andato sul classico: ha ripetutamente chiesto scusa ai famigliari della vittima
I ask and hope they will find peace in my death
e infine ha concluso
I'm going home to be with Jesus
Salutacelo!

This is the truth, your honor, I've never, never never, never, never seen a straight banana
Come ultima cena Wellons non ha scelto niente di particolare; sprecone, io mi sarei fatto portare tutto a forma di cazzo: pizza a forma di cazzo, una torta a forma di cazzo e così via. Lui no, ha preferito mangiare quello che mangiavano tutti gli altri, e così ha ingurgitato sformato del pastore, purè di patate, fagioli rossi, insalata di cavolo, pane, dolcetti (a forma di cazzo! Purtroppo no...) e un punch alla frutta.

link

Morirono così


6 commenti :

  1. Che storia del cazzo.

    RispondiElimina
  2. I suoi problemi sono iniziati per un cazzo somministrato a sproposito, mi sembra un contrappasso in vita fantastico.

    RispondiElimina
  3. in fondo si è pentito e ha riconosciuto i suoi errori. Il Signore nostro Gesù Cristo, che è infinitamente buono e misericordioso, saprà accogliere la sua anima tra le sue braccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sua anima....a forma di CAZZO !!

      Elimina
  4. Io i negri non li vojo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eddai da bravo, fa uno sforzo una volta tanto !

      Elimina