domenica 4 maggio 2014

Régine Deforges (1935-2014)

PARIGI, FRANCIA - Accecati dalla disperazione per la morte di Marquez ci eravamo persi la dipartita della "papessa dell'erotismo". Régine Deforges infatti dopo una relazione lesbica negli anni quaranta e aver aperto prima una libreria e poi una casa editrice, si dedicò alla scrittura di romanzi erotici o vagamente tali di cui ricordiamo La bicicletta blu: la storia di una partigiana francese a caccia di nazisti.

Ricordiamo La bicicletta blu per il suo adattamento per la TV francese con una giovane Laetitia Casta, ma soprattutto per la denuncia per plagio che le arrivò da Margaret Mitchell, che la accusava di aver copiato La bicicletta blu da Via Col Vento.

Régine fu scagionata da ogni accusa (i due romanzi a quanto pare avevano i comune solo il primo capitolo), così quando la stampa le chiese "Ma ora cosa ne sarà di Margaret?", Régine, allisciandosi i baffi rispose "Francamente me ne infischio".

link

Morirono così


1 commento :

  1. "A caccia di nazisti" da' adito a diverse interpretazioni, a meno che il titolo " La bicicletta blu" non volesse focalizzare l' attenzione su certi....manubri...

    RispondiElimina