giovedì 8 maggio 2014

Mohammad-Reza Lotfi (1947-2014)

TEHERAN, IRAN - Riuscire a unire la lunga tradizione della musica classica persiana a quella popolare non è da tutti, specie in ambienti così legati alla tradizione come quelli iraniani.

Gli amanti dei fumetti conosceranno il Tar, lo strumento di cui Mohammad era un virtuoso, per Pollo alle Prugne della Satrapi da cui hanno tratto un film in cui però il Tar è stato censurato e sostituito con un violino. Chissà perché poi l'hanno censurato, sarà stata la sua forma fallica? Il suo suono così lontano dai canoni occidentali? Il colore?

Ad ogni modo chiudiamo le divagazioni cinematografiche e torniamo a Lofti, il re del Tar ma non quello a cui ti rivolgi quando non ti promuovono a scuola e vai dai tuoi genitori e loro invece di farti una ramanzina denunciano i professori e gli fanno tirare fuori tutti i registri.

link

Morirono così


1 commento :

  1. Teheran non è in India e non si scrive così...

    RispondiElimina