martedì 8 aprile 2014

K.C. (1951-2014)

TORONTO, CANADA - E passiamo senza indugio alcuno a parlarvi di Kent Cochran, meglio noto con il già abusato acronimo K.C., tizio noto perché, dopo un inicidente avvenuto negli anni '80, subì danni cerebrali tali da imputtanargli la memoria in maniera assurda... detto papale papale, il suo cervello non concepiva alcun ricordo passato né presente (roba che iniziava una cosa, poi di colpo pensava ad altro e non ricordava assolutamente cosa stesse facendo dieci secondi prima). Da allora K.C. è diventato il caso clinico in materia di memoria più studiato di sempre e gli studi sul suo cervello hanno portato a comprendere un sacco di cose che prima non si riusciva manco a immaginare: che la memoria semantica può rimanere anche in persone incapaci di ricordare eventi ed emozioni vissute e che quindi tra i due tipi di memoria c'è un'indipendenza stocastica... che i pazienti affetti da amnesia globale (ovvero sia retrograda che anterograda), non solo non hanno ricordi passati né presenti, ma non riescono nemmeno ad immaginare il futuro (alla domanda "cosa farai domani", K.C. non sapeva dare risposta alcuna) e che, tuttavia, possono continuare ad apprendere tramite priming... per farla breve, la scienza neurologica ha fatto passi da gigante negli ultimi anni grazie proprio a K.C. e di questo noi tutti lo ringraziamo.

link

P.S. Avevo pensato ad una stronzata ad effetto per chiudere questo necrologio, ma non me la ricordo più.

Morirono così


3 commenti :

  1. Per il tuo P.S. adesso ti amo.

    RispondiElimina
  2. lo con la I minuscola9 aprile 2014 17:53

    anche io. ma non ricordo più perchè.

    RispondiElimina
  3. http://www.youtube.com/watch?v=tXHk0a3RvLc

    RispondiElimina