lunedì 3 marzo 2014

Alain Resnais (1922-2014)

IN UN RIFUGIO A PARIGI GLI HO FATTO UNA SEGA, A QUEL PORCO - Lo ammetto, posso dire che ne ho sentito parlare, ma non ho mai visto Hiroshima mon amour, L'Année dernière à Marienbad o il documentario sull'Olocausto Nuit et brouillard, né tantomeno ho mai visto nessun altro film del qui cadavere Alain Resnais. Ciononostante non farò, come mio solito, di tutta l'erba un fascio e non sparerò a zero su quello che, nella mia abissale ignoranza, mi permetto arbitrariamente di definire cinema francese. D'altronde lo diceva pure Wilde:
A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio.
link

Morirono così


2 commenti :

  1. Cos'è, alla fine non glielo avete fatto il contratto al recensore cinematografico? Vergognia!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Per poco non ci toglievamo dalle palle fiorello

    RispondiElimina