mercoledì 22 gennaio 2014

Freddie "Fingers" Lee (1937-2014)

CONSETT, INGHILTERRA - L'uomo con la benda da pirata che vedete seduto al sul piano è Freddie "Fingers" Lee. L'occhio lo perse all'età di un anno e non l'ha più ritrovato, quello che trovò fu invece il ritmo: dapprima chitarrista, si riciclò come pianista dopo aver ascoltato Jerry Lee Lewis e divenne il suonatore di tasti bianchi e neri nella band di quel mirabolante essere noto ai mortali come Screaming Lord Sutch, con il quale una sera condivise il palco in quel di Amburgo con quattro ragazzini di Liverpool, ma questa è un'altra storia. Oltre che con Lord Sutch, ha suonato con musicisti del calilbro di Jerry Lee Lewis, Chuck Berry, Little Richard, Fats Domino, Buddy Holly, Gene Vincent, Paul McCartney e chi più ne ha, più ne metta.

Momento ricorrente dei suoi live era la distruzione del pianoforte, come testimoniato anche dal documentario Blue Suede Shoes, nel quale è incluso un filmato in cui ne distrugge uno a colpi d'ascia per poi lanciarne pezzetti al pubblico. Per salutarlo degnamente, date un'orecchiata a questo suo pezzo a dir poco spettacolare datato 1979 che, sin dal titolo, la dice lunga sullo stato di salute mentale che aveva in vita: I'm a nut.

link

Morirono così


0 commenti :

Posta un commento