mercoledì 20 novembre 2013

Morì oggi - 20 novembre

Zumbi
1655-1695
Cari lettori dalla carnagione più scura oggi si festeggia il "Giorno della coscienza negra" e lo si fa ricordando la storia di Zumbi, lo Spartaco brasiliano. Zumbi viveva a Palmares in un quilombo ovvero una comunità autogestita di schiavi africani fuggiti, nel caso di Palmares, dal giogo degli olandesi. Il Quilombo di Palmares era grande quanto il Portogallo, ma abitato da circa 30 mila persone.

Zumbi quindi nasce libero e a volerla dire tutta è anche il nipote della principessa africana Aqualtune e suo zio Ganga Zumba è il capo del Quilombo; tutto questo però non serve a salvarlo da un missionario che lo rapisce all'età di sei anni, lo battezza, gli insegna il portoghese, il latino e gli fa fare il chierichetto. Zumbi però compie 15 anni, scappa e torna a Palmares dove fa un po' il bulletto e comanda un po' di missioni militari stravincendo contro i portoghesi.

Nel 1678 il governatore della Capitania de Pernambuco contatta Ganga Zumba e gli propone una tregua: se a Palmares riconoscono l'autorità portoghese a tutti gli ex schiavi del quilombo viene riconosciuta la libertà. Ganga Zumba accetta l'offerta, ma a Zumbi non sta bene, lui li odia i portoghesi e vorrebbe che a tutti i neri venisse riconosciuta la libertà, non solo a quelli di Palmares: quindi spodesta "il zio" (cit.), conquista la leadership e forte della cultura occidentale, fa il gesto dell'ombrello (che lui in quanto brasiliano chiama "banana"), ai portoghesi (che in quanto portoghesi lo chiamano "manguito"). Ad ogni modo tutti si intendono perfettamente e partono 15 anni di conflitto tra i rappresentanti della corona portoghese e la popolazione di Palmares che portano alla morte di Ganga Zumba per avvelenamento.

Lo scontro è ai massimi livelli quando il 20 novembre 1695 Zumbi viene tradito e preso in un'imboscata da Furtado de Mendonça: viene giustiziato, gli viene tagliata la testa, poi gli tagliano il pene e glielo ficcano in bocca. Come un trofeo portano la sua testa così conciata al governatore Melo e Castro (un cognome a tema), il quale la espone in piazza a Recife per far paura ai neri e smentire le leggende che volevano Zumbi immortale.

Oggi la statua della testa di Zumbie è invece esposta a Brasilia in onore del personaggio (nella statua non gli hanno fatto il pene in bocca); i quilombo continuano ad esistere qui e lì in Brasile; tutti i capoiresti lo ricordano come un mito e nel 1984 gli hanno dedicato un film dall'originale titolo di Quilombo con la colonna sonora di Gilberto Gil; a Zumbi però hanno dedicato un po' di canzoni anche i Soulfly, Jorge Ben e i Sepultura.
A felicidade do negro é uma felicidade guerreira

Morirono così


28 commenti :

  1. chi non muore si rivede..

    RispondiElimina
  2. Chi non muore si rivede ... forza dai, dateci dentro per recuperare i morti schifosi!

    RispondiElimina
  3. Sì però adesso non postate necrologi di personaggi storici, altrimenti snaturate il significato del sito, ovvero godere della morte di poveracci recenti.

    NUR MI ESTOS LA UNUNURA, SE VI FORIROS ANKORAUX LASTAJJJJJJJJJJJJJJJJJJ

    RispondiElimina
  4. Sono stato a Brasilia, e vi posso dire che la statua il pene ce l' ha, ed al posto giusto (quei trenta centimetri di bastone negro sono una manna per i piccioni).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So cosa state pensando...dov'e' l' arnese ? Dalla foto non si vede....be', come ho detto, al posto giusto...cioe' infilato per bene nel culo del negraccio !!!

      Elimina
  5. Sono commossa, davvero. Un ritorno in grande stile. Ora vado dal mio capo a chiederle se sa nulla di questa statua ;)

    RispondiElimina
  6. non cantate vittoria troppo presto..potrebbe essere la classica miglioria prima della (definitiva) morte..

    RispondiElimina
  7. infatti trattasi di necrologio programmato da mesi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alì More Touch21 novembre 2013 09:47

      nessun ripensamento quindi?

      Elimina
  8. vaffanculo!
    bentornati... ma vaffanculo, perché ci siete mancati!!! non se fanno sti scherzi eh!?!

    RispondiElimina
  9. Farete la fine di Zumbi se continuate a fa i preziosi...

    RispondiElimina
  10. vi amo , se necessario x farvi tornare al 100 % mi faccio tagliare il pene e me lo infilo pubblicamente in bocca (ammetto xò che è piccolo....)
    Pippopappo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io farei qualcosa del genere, ma senza amputazione e la bocca ospitante vorrei poterla sceglierla con calma.

      Elimina
  11. meno male che ilmortodelmese c'è

    RispondiElimina
  12. Maledetti, illuderci usando dei mortacci ad inserimento temporizzato. La vergognia vi seppellisca (appunto).

    RispondiElimina
  13. Beh meglio Zumbi che Peter Sticazzi come ultimo morto..
    Se solo si potesse togliere accolla come ultimo mdm potreste anche morire in pace

    RispondiElimina
  14. Ritornare per ricordare un negro...pfff meglio non ritornare... Andate a fanculo vah...

    RispondiElimina
  15. Hai visto che la statua dello Zumbi somiglia paaaaaazzescamente agli zombi che la negra di The Walking Dead si portava appresso come portabagagli ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente non ho scritto The Wanking Dead perche' uno zombi senza braccia....non wanka un cazzo !!! Buaaaaaa ah ah ah ah ah ah !!!

      Elimina
  16. Questi hanno uno scadenzario che gli pubblica automaticamente i morti del "morì oggi", e si sono dimenticati di disabilitarlo..

    RispondiElimina
  17. Ma di quell'altro negro che è morto giorni fa non dite niente?

    RispondiElimina
  18. Però, belv'iddìo, che cazzo! Speravo vi foste rimessi all'opera! La iena che è in me ha bisogno di nuovi cadaveri da deridere!!!

    RispondiElimina