mercoledì 17 aprile 2013

Richard LeParmentier (1946-2013)

AUSTIN, TEXAS, USA -
Qualsiasi attacco portato dai ribelli contro questa stazione sarebbe una prodezza inutile, qualunque siano i dati tecnici che hanno ottenuto. Questa stazione adesso è l'estrema potenza dell'universo. Io propongo di usarla.

Non essere troppo fiero di questo terrore tecnologico che hai costruito. L'abilità di distruggere un pianeta è insignificante in confronto alla potenza della Forza.

Non cercare di terrorizzarci con le tue teorie da stregone, Lord Fener. Il tuo deprecabile attaccamento a quell'antica religione non ti ha certo aiutato a far saltar fuori i nastri rubati, né ti ha dato la chiaroveggenza necessaria per scoprire la fortezza segreta dei ribelli...

Trovo insopportabile la tua mancanza di fede.
Diventa tutt'uno con la Forza il tizio che interpretava l'Ammiraglio Motti, il primissimo ufficiale a subire sul grande schermo lo Strozzamento di Forza di "Lord Fener"(oppure ditemi voi come tradurreste Force Choke): il suo nome era Richard LeParmentier, e quello in Guerre Stellari (tre linee di dialogo totali) fu il ruolo più importante della sua carriera (ed è tutto dire).

Oltre all'Ammiraglio Motti, LeParmentier ha avuto un altro piccolo ma indimenticabile ruolo in Chi ha incastrato Roger Rabbit?: era il tenete Santino, quello che spiega al protagonista (ti ricordi di me, Eddie?) cos'è la Salamoia in questa memorabile scena. Apparve pure in Superman II, dove recitava anche sua moglie, Sarah Douglas.

Per la cronaca, questa è la sua ultima apparizione in video.

Sicuramente a nessuno frega un cazzo che....
Motti, ch'era l'unico ufficiale imperiale interpretato da un americano (quindi niente accento british), di nome faceva Conan Antonio... esatto, Ammiraglio Conan Antonio Motti (tanto valeva chiamarlo, che ne so, Philip Stronzo)! Il nome fu scelto da Lucas nel 2007 durante un'ospitata da Conan O'Brien, ovviamente in omaggio a quest'ultimo.

link

Morirono così


13 commenti :

  1. Nonostante dica solo 2 battute, è un personaggio importantissimo: l'ingegner Cane della Morte Nera. Grazie a lui delle spie Bothan da quattro soldi hanno messo facilmente in luce il grosso difetto di progettazione costituito da quel condotto di scarico di merda. Incurante di questa cosa ha fatto costruire delle torri di contraerea lentissime, incapaci di colpire anche un caccia scassato come l'x-wing.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le spie bothan ottennero le informazioni per la seconda morte nera, non i piani della prima

      Elimina
    2. non mi deluda anche lei, ammiraglio18 aprile 2013 15:04

      sti figli de bothan!

      Elimina
  2. hai ragione! Allora se non ricordo male è c1 che dopo aver smanettato due secondi, riesce a scaricare tutto lo schema tecnico da un terminale messo a cazzo in una zona di minima sicurezza (è sempre colpa dell'ammiraglio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. neanche, perché i piani non furono rubati dalla Morte Nera, ma da agenti ribelli (Biggs Darklighter e poi Kyle Katarn)

      Elimina
    2. Rubati da agenti ribelli ? Ma da chi ? Egli agenti ribelli, i piani, per farseli rubare, dove se li erano messi ? Puta caso...su per il culo ?

      Elimina
    3. E' stato Linoooooo a rubare i piano, ho il moviolone!

      Elimina
    4. Con l' uscita di Rogue One, cambia tutto...mi dicono che nel prossimo film della saga fara' un' apparizione anche Lino Banfi.

      Elimina
  3. Fatela finita, nerd del cazzo!

    RispondiElimina
  4. Per colpa sua o forse è meglio dire per merito suo, ho sempre temuto i maglioni a collo alto

    RispondiElimina
  5. Sergente DARTHMAN VADER18 aprile 2013 19:04

    Strangolati da solo!
    Ma no, con la mia mano brutto stronzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento mi ha fatto ridere sergente!

      Si si, tu mi piaci... Vieni a casa e ti faccio scopare mia sorella!

      Elimina
  6. X-WING PILOT OVER WEST, TEXAS19 aprile 2013 16:29

    Cazzo....scusate....pensavo fosse la Morte Nera...Maledetto Gps !!

    RispondiElimina