domenica 31 marzo 2013

Robert Zildjian (1923-2013)

BRUNSWICK, MAINE - C'era una volta... "un re..." diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C'era una volta un pezzo di bronzo. Questo pezzo di bronzo fu battuto dal signor Avedis Zildjian in persona, che lo trasformò in un magnifico strumento musicale.

Passarono quasi quattrocento anni ed un discendente di Avedis, che si chiamava proprio come lui,  sebbene sapesse bene che la tradizione di famiglia era di spifferare i segreti dell'azienda solo al primogenito, insegnò ad entrambi i suoi figli l'arte di trasformare il bronzo in strumento. Il secondogenito, geloso del fatto che l'azienda fosse passata in mano al maggiore, decise di inventarsi un'altra parola da scrivere sugli strumenti, al posto del nome di famiglia. Qualche tempo dopo, dapprima il fratello grande, poi il piccolo... badabim, badabam... e morsero tutti felici e contenti.

link

Morirono così


2 commenti :

  1. Granfranco Baffato31 marzo 2013 21:31

    GRAN PIATTI!

    RispondiElimina
  2. Non chiedere per chi batte il gong....batte per te.

    RispondiElimina