mercoledì 6 marzo 2013

Paul Bearer (1954-2013)

MOBILE, ALABAMA - Due parole, due sole parole: "ohh yesssss!" Paul Bearer le pronunciava ripetutamente, con quella sua vocina stridula, ogni volta che accompagnava Undertaker al quadrato. Gli amanti di wrestling sanno perfettamente che colpaccio abbia fatto oggi la Dead Wrestlers Federation. La sua dipartita, d'altro canto, sa di déjà vu, visto e considerato che era già morto. Nel 2004, infatti, il suo "figlioccio" Undertaker, stanco dei suoi continui tradimenti, lo uccise ricoprendolo di cemento. Ma il wrestling, si sa, è tutto finto perciò non morì per davvero.

Da qualche anno, sebbene facesse qualche sporadica apparizione in vari show di wrestling, era tornato a lavorare nella sua impresa che, tanto per cambiare, era nel campo delle pompe funebri. Nella speranza che un suo collega becchino tratti la sua salma con il rispetto dovuto, preghiamo. Rest in peace.

link

Morirono così


9 commenti :

  1. R.I.P.
    (e non aggiungo altro)

    RispondiElimina
  2. La WWE ha perso uno dei suoi pezzi storici,uno dei manager con più carisma di sempre,riposa in pace William Moody.

    RispondiElimina
  3. Noooooo...e invece tutti si ricorderanno quello stronzo di chavez...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello di Predator ?

      Elimina
    2. No, l'aviatore...

      Elimina
  4. nooooooo, mitico paul

    RispondiElimina
  5. Nooooooooooo, un mito del bordo ring del Wrestling. R.I.P.

    RispondiElimina
  6. addio paul...ti ho sempre seguito...mi disiace anche perchè avevi dei figli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E seguilo anche adesso...nella tomba !! BUAAAAHHHH AH AH AH AH AH AH.....

      Elimina