venerdì 29 marzo 2013

Don Payne (1964-2013)

LOS ANGELES, CALIFORNIA, U.S.A. - Quando lo capirà, la gente, che morire fa male? Continuano inesorabilmente a provarci e quotidianamente a riuscirci. Tra gli ultimi a compiere il grande salto vi evidenziamo lo sceneggiatore/scrittore televisivo il cui nome è scritto nella foto.

Il tizio il cui nome è scritto all'inizio dell'articolo ha scritto, spalla a spalla con John Frink (da confondere inevitabilmente con l'omonimo professore), alcuni episodi dei Simpson e di sit-com americane anni '90, alcune di esse ignote. In particolare, per Matt Groening ha scritto 18 episodi dal 2000 ad oggi, alcuni in collaborazione con altri sceneggiatori.

Dal 2006 il tizio con il cognome di un videogioco fichissimo si dà al cinema e si mette a scrivere di supereroi, o semplicemente a raccontare quanto è stato già scritto dei supereroi, e fa i milioni. La sua opera prima per il grande schermo è una cacata pazzesca (preferisco il titolo in tedesco). Io non l'ho visto, ma mi Fido del racconto del mio cane.

Nonostante gli svariati superpoteri dei suoi amici immaginari e della sua super-ex, i quattro "Emmy" senza superpoteri, una foto con sotto scritto il suo nome e la sua professione, lui si becca, ahimè, un tumore al midollo e ci lascia, passando a minor vita.

Noi de iMdM lo salutiamo con le sue stesse parole: Pride & Joy, Hope and Gloria, tizio con il nome che è l'appellativo di un prete.

link

Morirono così


2 commenti :