mercoledì 16 gennaio 2013

Luigi Kuveiller (1927-2012)

FIANO ROMANO, ITALIA - Non capita spesso di non riuscire a trovare la foto di qualcuno, soprattutto di personaggi come Luigi Kuveiller che tanto hanno dato al cinema italiano. Certo, faceva il direttore della fotografia, che è una figura che non si caca mai nessuno (scommetto che l'unico che conoscete è Duccio Patanè), però è importante, cosa credete. Durante la prima parte della sua carriera ha lavorato a stretto contatto con Elio Petri, curando la fotografia di tutti i suoi film da A ciascuno il suo a Todo Modo (e quindi anche Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto e compagnia cantante); lo ricordiamo poi in Sbatti il mostro in prima pagina (fate caso al giovine fascistello che arringa la folla nella scena iniziale), Amici miei, Romanzo Popolare, L'harem, Una lucertola con la pelle di donna, Profondo Rosso e addirittura Che cosa è successo tra mio padre e tua madre? di Wilder, che ha avuto il coraggio di mettere nello stesso film Jack Lemmon e Pippo Franco.

Poi nella seconda parte della sua carriera è impazzito: dopo qualche film come Pari & Dispari o Banana Joe sposò artisticamente nientemeno che i fratelli Vanzina (figli di Steno, regista del suddetto Banana Joe, tra l'altro), lavorando in capolavori come Yuppies - I giovani di successo, Piedipiatti e soprattutto Piccolo grande amore.

link

Morirono così


8 commenti :

  1. dalle stelle alle stalle

    RispondiElimina
  2. La cosa curiosa è che la voce dell'arringatore che si sente in Sbatti il mostro in prima pagina non è altri che un giovanissimo La Russa Ignazio (ebbene sì).

    RispondiElimina
  3. No no .. da fiano romano non e' arrivato mai niente di buono per il cinema italiano ,escludendo l'immenso immortale grandissimo Beppe de Santis.Peccato che abbia sfornato la ferilli che non ha ancora imparato l'arte della recitazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello è il posto in cui è morto, mica dov'è nato

      Elimina
  4. http://www.starscolor.com/images/luigi-kuveiller-01.jpg
    non è lui?

    RispondiElimina
  5. lo zio del mio datore di lavoro... :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora chiedigli una foto di famiglia, e mandala a 'sti disperati, cosi' tolgono quel punto interrogativo del cazzo.

      Elimina