mercoledì 5 dicembre 2012

Nefertiti (2012-2012)

WASHINGTON, D.C. - È dipartita Nefertiti, ragnonauta (o, se preferite, spidernaut) nota per aver preso parte ad un'importantissima missione spaziale... di quelle fondamentali per il progresso scientifico dell'umanità, insomma. Nata da un concorso su Youtube, la missione in questione è servita a dimostrare che gli individui della sua specie (Phidippus johnsoni) sono in grado di adattare le proprie abitudini alimentari anche a gravità zero riuscendo, persino nello spazio (ma riuscite ad immaginarlo?), a catturare dei moscerini della frutta. Al ritorno della missione, il ragnetto spaziale è stato portato allo Smithsonian Institution's National Museum of Natural History di Washington D.C., dove oggi stende le zampette.

Questo nostro necrologio, in realtà, è per le decine di moscerini della frutta da lei sterminati nello spazio. Nella speranza che la nostra sete di conoscenza non permetta che si ripetano simili eccidi in futuro, preghiamo.

link

Morirono così


10 commenti :

  1. In effetti... Vergognia a tutti quelli che non hanno ricordato le decine di drosophilonauti che si sono sacrificati nelle fauci di questo ragno raccomandato solo per il loro amore per la scienza

    lo con la l minuscola

    RispondiElimina
  2. No fateme capi'... nello spazio a gravità zero ci sono moscerini della frutta???
    Quante cose ti insegna la morte...

    RispondiElimina
  3. Ascoltaci, o Signore!

    RispondiElimina
  4. Nello spazio nessuno ti puo' ascoltare

    RispondiElimina
  5. Voglio vedere la tutina spaziale col caschetto e le bomboline le braghe ottuple!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. manca un "e"

      Elimina
    2. Certo che sulla Stazione Spaziale non e' certo un problema fare lo

      "SPIDER PORK SPIDER PORK IL SOFFITTO TU MI SPORC"

      Elimina
  6. banane spaziali procreano moscerini mutanti che che sbattono la porta urlando

    RispondiElimina
  7. nello spazio nessuno può sentirti urlare

    RispondiElimina