giovedì 1 novembre 2012

Hans Werner Henze (1926-2012)

DRESDA, GERMANIA - Ci lascia per sempre il compositore tedesco Hans Werner Henze. Dopo aver servito il Führer nella II guerra mondiale, si traferì in Italia, visto che il suo essere comunista (e per lo più omosessuale) non era cosa ben vista dai pur sempre nazisti teutoni.

Ma passiamo senza indugio alcuno all'aneddotica random che vi piace assai: ad Amburgo, alla prima del suo oratorio del 1968, Das Floß der Medusa, composto come requiem per la morte di Che Guevara, successero casini inimmaginabili. Uno studente appese un grosso poster raffigurante il Che, che fu subito rimosso. Al che, altri studenti attaccarono un po' dappertutto altre bandiere, tra le quali alcune bandiere rosse e nere. I coristi si rifiutarono di cantare sotto la bandiera rossa e se ne andarono. Arrivarono dunque i poliziotti sbirri che arrestarono gli sporchi comunisti (tra gli arrestati ci fu perfino Ernst Schnabel, librettista dell'opera). Henze scampò alla cattura, salì sul palco, dichiarò che l'intervento delle forze dell'ordine aveva impossibilitato l'esecuzione dell'opera e si mise ad urlare, insieme a gran parte degli astanti, "Ho, Ho, Ho Chi Minh!". Che magnifica serata!

link

Morirono così


1 commento :

  1. io lo conoscevo personalmente, poveraccio... per quanto mi riguarda, lui è già il morto del mese di novembre (anche se in realtà è morto a ottobre)

    RispondiElimina