sabato 22 settembre 2012

Donald Palmer (1965-2012)

LUCASVILLE, OHIO, USA - Questo mese, come avrete notato, è un po' povero in quanto a morti, ma per fortuna ci viene incontro lo Stato dell'Ohio, che ha deciso finalmente di far fuori uno dei suoi ospiti nel braccio della morte, l'impulsivo Donald Palmer!

... se non avessi le mani legate dalle inalterabili catene della legge, io evocherei la tradizione dei nostri illustri progenitori, tornerei a una più dura e severa giustizia! E vi farei... METTERE AL ROGO!
Era il 1989 e Palmer si trovava in macchina con un suo amico, tal Edward Hill; i due giravano minacciosamente intorno la casa di un tizio che aveva osato uscire con l'ex di Palmer e con la sorella di Hill (non ho capito se fossero la stessa persona, l'ex e la sorella), finché un tizio che non c'entrava nulla non li fermò dicendo:
What in the hell are you trying to prove?
Palmer gli rispose sparandogli due colpi in faccia. Un altro tizio che passava di lì per caso fermò la macchina e rivolse a Palmer un'altra domanda:
What the hell did you guys do?
La domanda era diversa, ma la risposta fu la stessa. Nessun altro ebbe l'ardire di porgli domande, così gli omicidi si fermarono a due. Subito dopo fu arrestato e condannato a morte.

Le ultime parole
Prima di essere legato al lettino Palmer si è scusato con i parenti delle sue vittime, che hanno aspettato ben 23 anni per vederlo crepare:
I want you to know I've carried you in my heart for years and years, I am so sorry. I wish this could bring him it to you, but it can't. I only hope you let the pain and hurt die with me today.
Gaston! Un secchio per monsieur!
Bene bene, non siamo in Texas, per cui Palmer ha potuto ordinare tutto quello che voleva. Ovviamente, trattandosi di un bifolco del cazzo, non ha approfittato dell'occasione per mangiare qualcosa di decente, ma ha ordinato prosciutto cotto, formaggio Velveeta (ma che è?), un barattolo di maionese, due pomodori freschi a fette, del pane, un bustone di Doritos, due bustoni di M&Ms, del gelato alla nocciola, una pezzo di cheesecake e sei bottiglie da mezzo litro di Coca Cola.

link

Morirono così


14 commenti :

  1. Giustiziate quel negro di Obama!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello è un finto negro..

      Elimina
  2. "Questo mese, come avrete notato, è un po' povero in quanto a morti"

    adesso capisco chi fa e chi ha fatto scoppiare le tante guerre, in giro per il mondo.

    RispondiElimina
  3. Secondo me il poltiglione che ha mangiato è ancora dentro di lui......inalterato....ci metterà decenni a biodegradarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se và nella falda acquifera alla gente del luogo gli verranno i tumori!:)

      Elimina
    2. Se invece decidono di cremarlo il forno salta in aria!!:)

      Elimina
  4. Morale: a farsi i cazzi propri non si sbaglia mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... è c'è chi dice si possa anche campare cent'anni!

      Elimina
  5. Secondo me ha ordinato quella merda in un estremo tentativo di farsi dare l'infermità mentale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma gli è andata male poichè per gli ameriCANI un pasto così è normale. D'altronde anche giustiziare un essere umano è normale..

      Elimina
    2. Assomigliano ai cinesi:pure loro hanno una dieta quantomeno originale e giustiziano la gente.Ne uccidono di più solo perchè sono più efficenti.

      Elimina
  6. Ma non trovate che sia un gran figo con quel paio di occhiali? poteva ancora regalare al mondo lezione di stile. Riposa in pace.

    RispondiElimina
  7. quei due hanno infranto la regola n.1: "Se provi ad urlare, la mia signora 44 urlerà più forte, se fai una domanda, la mia signora 44 ti risponderà."

    RispondiElimina