martedì 4 settembre 2012

Ajmone Finestra (1921-2012)

LATINA, LAZIO - Veniamo a sapere con estremo ritardo della morte di Ajmone Finestra, ex-repubblicano e leggenda del fascismo. Visto che è morto ad aprile, possiamo affermare che il Finestra è ormai cibo per vermi.

La tristezza per la sua dipartita è così grande che l'unica cosa che riusciamo a fare è salutarlo come si conviene: alla romana.
E' stato uno degli ultimi combattenti della Repubblica Sociale. E' attualissima perché è stato uno degli ultimi patrioti e a distanza di settant'anni, l'altroieri è stata celebrata la liberazione e non è stato fatto un cenno storico ai combattenti della Repubblica Sociale, mentre ai giardinetti festeggiavano il Presidente partigiano Pertini.
-tizio colmo di risentimento

link

Morirono così


12 commenti :

  1. e vaffanculo pure a te...vecchio stronzo!

    RispondiElimina
  2. ... e comunque si dice "repubblichino", non "republicano", vergognia!
    In ogni caso, uno di meno, bene così.

    RispondiElimina
  3. ex-repubblichino forse...

    RispondiElimina
  4. Ma cliccare sui link, ogni tanto, no eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noddai, doc, compito di chi scrive è esser subito inteso, soprattutto se non si tratta di un libro di Umbertoeco. Quelli di Salò eran repubblichini con la i (oltreché dimolto merde). Con immutata stima. :-P

      Elimina
    2. No no, compito di chi scrive è scrivere quello che gli pare: "repubblicani" invece che "repubblichini" non è un errore, è voluto e la motivazione è nel relativo link.

      Elimina
    3. Diciamo che un appartenente alla Repubblica Sociale Italiana puo' benissimo essere chiamato Repubblicano senza stravolgere ne' significati politici ne' lessico italiano, se non si va a specificare.
      Allora, Toddy, ti e' piaciuta la salvata in corner ?

      Elimina
    4. ma credete ancora alle stronzate di wikipedia?

      Elimina
    5. Io ci credo....ma poi verifico.

      Elimina
  5. Camerata Finestra!
    PRESENTE!!!!

    RispondiElimina
  6. Lunga malattia a 91 anni? Dio merda?

    RispondiElimina
  7. quella è Belgrado. mi auguro non vivesse lì, o quantomeno non quando ci vivevo anch'io.

    RispondiElimina